Mondo, 01 aprile 2021

Facebook rimuove un'intervista a Donald Trump, "non potete far sentire la sua voce"

Facebook ha rimosso una video intervista rilasciata da Donald Trump martedì 30 marzo, citando la sua sospensione dalla piattaforma dopo l'assalto del 6 gennaio al Campidoglio.

Un portavoce di Facebook ha confermato mercoledì 31 marzo a NBC News che una video intervista con Donald Trump è stata cancellata, citando come motivo la sua sospensione dalla piattaforma. 

Martedì 30 marzo, l'ex presidente ha rilasciato un'intervista alla nuora Lara Trump nello show online The Right View caricato su YouTube. Lara Trump ha postato via Instagram l'email che ha ricevuto da Facebook riguardo alla rimozione dell'intervista.

"I contenuti pubblicati su Facebook e Instagram con la voce del presidente Trump non sono attualmente consentiti sulla nostra piattaforma (compresi i nuovi post in cui il presidente Trump parlerà) e saranno rimossi se pubblicati, il che comporterà ulteriori limitazioni per gli account che li hanno pubblicati", ha detto il social network.

"E proprio così, siamo un passo più vicini al 1984 di Orwell". Wow", ha commentato Lara Trump.
Secondo la descrizione dell'intervista di 18 minuti di Lara Trump, l'ex presidente ha discusso di "censura dei social media, Cina, Joe Biden, fake news e una potenziale corsa elettorale nel 2024".

L'intervista è disponibile sulla piattaforma video Rumble (disponibile qui), sito che è diventato popolare tra i sostenitori di Trump dopo le elezioni e la censura che ha fatto seguito.

Dopo l'assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021, Twitch, Twitter, Facebook, YouTube e Instagram hanno sospeso o bloccato gli account di Donald Trump, chiamando i suoi post "inviti alla violenza". Il signor Trump aveva invitato i suoi sostenitori, descritti come patrioti, a comportarsi pacificamente e ad andarsene. Dopo essere stato bloccato su Twitter, ha accusato il social network di "imbavagliare la libertà di parola".

Più sconvolto dal blocco su Twitter che dalla sua sconfitta nelle elezioni presidenziali, secondo la testimonianza di sua nipote, Donald Trump prevede di tornare alle reti sociali con una propria piattaforma. Questo ritorno è stato annunciato dal suo consigliere Jason Miller il 21 marzo su Fox News.

"Donald Trump tornerà sui social network tra due o tre mesi con la sua propria piattaforma, che cambierà completamente le regole del gioco e attirerà decine di milioni di nuovi utenti", ha detto.
Nel frattempo Donald Trump ha un nuovo strumento di comunicazione, lanciando questa settimana il suo sito 45office.com ("Office45", come il 45° presidente degli Stati Uniti).

Guarda anche 

Donald Trump lancia il suo social network, "per resistere ai giganti della Silicon valley"

Donald Trump ha annunciato mercoledì il lancio del suo proprio social network, che si chiamerà "Truth Social". L'ex presidente degli Stati Uni...
21.10.2021
Mondo

"In Ticino è urgente un blocco delle assunzioni di frontalieri"

Per salvaguardare il mercato del lavoro ticinese è urgente un blocco del rilascio dei permessi per lavoratori frontalieri. Ne è convinta Sabrina Aldi, vicec...
26.08.2021
Ticino

Per Simonetta Sommaruga sulla Legge sul CO2 "è necessario un secondo round"

In un'intervista al "SonntagsBlick", la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha espresso il suo disappunto per il risultato della votazione. Secondo lei...
21.06.2021
Svizzera

Sesso orale tra Batman e Catwoman: censurato. “Gli eroi non lo fanno”

HOLLYWOOD (USA) – Batman può salvare le vite dal crimine, ma evidentemente tra le sue prerogative non c’è quella di far provare piacere a Catwom...
18.06.2021
Magazine