Ticino, 26 marzo 2021

È nato in Svizzera ma è indebitato e in assistenza: espulso

A nulla è valso il ricorso presentato dall’avvocato Elio Brunetti. Anche il Tribunale federale ha confermato l’espulsione di un cittadino italiano nato in Svizzera nel 1964.

“Egli non svolge più nessuna attività lucrativa dalla fine del 2013 – scrivono i giudici nella sentenza pubblicata oggi – e durante la sua permanenza nel nostro Paese ha accumulato diversi debiti (…). L’integrazione – in particolare economica – è quindi scarsa e vi è un chiaro interesse pubblico a porre fine al suo soggiorno nel nostro Paese”.

Celibe e senza figli, l’uomo aveva vissuto in Svizzera per quasi trent’anni prima di trasferirsi negli Stati Uniti, nel 1993. Era quindi tornato in Svizzera nel 2005 e aveva ottenuto un permesso di dimora.

Già nel 2012 però la Sezione della popolazione del Dipartimento delle
istituzioni si era rifiutata di rilasciargli un permesso di domicilio a causa del suo eccessivo indebitamento. Aveva potuto tuttavia mantenere il permesso di dimora.

Visto che la sua situazione economica era ulteriormente peggiorata, nel 2016 la Sezione della popolazione aveva deciso di negarli anche il rinnovo del permesso di dimora.

L’uomo ha ricorso prima al Consiglio di Stato, poi al Tribunale cantonale amministrativo e infine al Tribunale federale.

Ma tutti gli hanno dato torto, compresi i giudici della massima corte elvetica, che hanno giudicato la sua espulsione “conforme alla legge” e alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

“Stabilendosi nella fascia di confine, potrà mantenere il rapporto con la sorella e la madre” scrivono i giudici, che oltre a respingere il ricorso hanno messo a carico dell’uomo le spese giudiziarie di 2'000 franchi.

Guarda anche 

Condannato per aver picchiato la moglie incinta, non verrà espulso

Un cittadino siriano di 36 anni sarà rilasciato, nonostante lunedì sia stato giudicato colpevole dal Tribunale penale di Basilea Città di gravi vi...
21.09.2022
Svizzera

Condannata a 9 anni di carcere l'accoltellatrice della Manor, "è stato un atto terroristico"

La 29enne che aveva accoltellato due donne alla Manor di Lugano è stata condannata lunedì a nove anni di carcere e dovrà sottoporsi a una terapia....
19.09.2022
Ticino

9” di partita posson bastare: espulso! Roba da guinness

NIZZA (Francia) – A Barcellona non ha lasciato il segno, così come in Bundesliga e a Lisbona. Jean-Clair Todibo sperava di ritrovare la sua giusta dimensione...
20.09.2022
Sport

Carcere sospeso dopo che il loro rottweiler ha quasi ucciso un anziano

Il Tribunale distrettuale di Horgen (ZH) ha condannato martedì una coppia, ora divorziata, per lesioni personali gravi. Nell'ottobre 2019, il loro rottweile...
14.09.2022
Svizzera