Svizzera, 17 marzo 2021

È già stato condannato 9 volte, ma non può essere espulso

Ha già accumulato nove condanne per soggiorno illegale, oltre ad altre condanne per altri reati. Eppure non può essere espulso. “Possiamo solo sperare – ha dichiarato Patrick Ponchon, direttore dell’Ufficio della migrazione del canton Friborgo, a 20min.ch – che parta da solo verso il suo paese di origine o verso un paese terzo”.

Il cittadino in questione, comparso ieri in tribunale a Friborgo, è un algerino che vive illegalmente in Svizzera da una trentina d’anni. Non può essere regolarizzato, spiega 20min.ch, poiché in passato è stato condannato per reati di droga. Ma non può nemmeno essere espulso, poiché non esistono accordi sui rimpatri tra Svizzera e Algeria. Non è quindi possibile organizzare dei voli speciali. “In questi
casi – ha spiegato Ponchon – si potrebbe ricorrere ai voli di linea, ma con la pandemia non ce ne sono più. E in ogni caso se la persona si mostra particolarmente recalcitrante, le compagnie si rifiutano di farla salire a bordo dell’aereo”.

Così l’algerino, un uomo sulla cinquantina, continua a risiedere illegalmente in Svizzera. L’unico che potrebbe cambiare la sua situazione è lui stesso. Ma difficilmente lo farà. Ancora ieri in tribunale ha spiegato che se dovesse tornare in Algeria rischierebbe la morte.

Quindi resta in Svizzera. Dove ieri è stato processato per l’ennesima volta, per una serie di reati non particolarmente gravi. Il procuratore pubblico ha chiesto due mesi di carcere. La sentenza verrà emessa settimana prossima.

Guarda anche 

Condannato ed espulso, ma potrà restare in Svizzera

Venti mesi di detenzione, delle misure terapeutiche stazionarie e otto anni di espulsione dalla Svizzera. È questa la sentenza pronunciata dal tribunale di Bienne ...
22.04.2021
Svizzera

Ha spacciato per anni a Lugano: niente carcere né espulsione

Non andrà in carcere né sarà espulso dalla Svizzera il 45enne nigeriano comparso stamattina in aula a Lugano con l’accusa di aver spacciato coc...
21.04.2021
Ticino

Rifugiato a processo per tentato stupro, sesso con pecore, minacce e furti: "Mai vista una cosa del genere"

Vive in Svizzera solo dal 2015 ma ne ha già combinate di tutti i colori. Tentato stupro di una ragazza, sesso con animali, furti, consumo di droga, minacce contro ...
20.04.2021
Svizzera

Poliziotto accusato di aver partecipato all'aggressione di un ospite di un centro per richiedenti l'asilo

Tre uomini hanno fatto irruzione in un centro per richiedenti l'asilo a Therwil (BL) senza avere l'autorizzazione il 5 febbraio 2016. Nella struttura hanno chiest...
20.04.2021
Svizzera