Sport, 08 marzo 2021

A Sion solo un’illusione: questo Lugano proprio non va

I bianconeri hanno subito la terza sconfitta interna nelle ultime 4 partite: questa volta a festeggiare è stato lo Zurigo e la classifica torna a farsi complicata

LUGANO – Dopo il roboante e netto 3-0 di Sion, il Lugano era atteso al varco. I bianconeri avrebbero dovuto confermare quanto di buono visto al Tourbillon in settimana e invece… e invece i ragazzi di Jacobacci ancora una volta sono caduti in casa, arrendendosi allo Zurigo, confermando – se ancora ce ne fosse bisogno – che in questo momento i sottocenerini sono vulnerabili e poco permeabili.
 
Non solo il risultato, ma anche l’atteggiamento del Lugano ha lasciato molto a desiderare: a inizio partita i bianconeri hanno mostrato troppa passività, poche idee (e pure confuse), subendo il gioco dei tigurini e, ovviamente, la conseguente rete che ha deciso la sfida e che significa ottavo posto in classifica e sorpasso proprio dello Zurigo.
 
Forse a Sion ci eravamo illusi un po’ tutti, avevamo sperato che il peggio fosse alle spalle per Sabbatini e compagni ma evidentemente la tempesta non è ancora passata. Sì perché se Baumann questa volta non è stato inappuntabile, neanche i suoi compagni di squadra sono riusciti a esprimersi su buoni livelli, costruendo poco o nulla e sprecando tutto con Bottani, con Lavanchy e con Maric.
 
E così, dopo la vittoria del Sion, che ha battuto in trasferta il Losanna, i bianconeri sono ottavi a +5 sugli stessi vallesani. Insomma… c’è ancora tanto calcio da giocare e al Lugano conviene trovare la giusta quadra altrimenti la situazione rischia di diventare complicata.

Guarda anche 

Svizzera, che guaio: Xhaka fuori 6-8 settimane

LONDRA (Gbr) - Così come già successo a settembre, nelle sfide decisive per le Qualificazioni al prossimo Mondiale, anche contro l'Irlanda del Nord (9 o...
28.09.2021
Sport

Una giornalista tedesca critica la mentalità svizzera, "è bella ma non voglio più viverci"

"Zurigo è bella - ma non voglio più viverci" è il titolo di un articolo che la giornalista tedesca Susanne Resch ha scritto su Travelbook.d...
28.09.2021
Svizzera

“Ringrazio Peter Pazmandy. Fu il primo a credere in me”

BELLINZONA - L’appuntamento è fissato in un bar del centro di Bellinzona: Jean Michel Aeby ha appena finito di pranzare con la squadra, un incont...
28.09.2021
Sport

Lugano incandescente: i bianconeri possono volare

LUCERNA – Vincere a Lucerna non è mai facile. Vincere a Lucerna, contro una squadra che quest’anno non ha ancora vinto, era ancora più difficile...
27.09.2021
Sport