Sport, 26 febbraio 2021

Lugano, l’ennesima scoppola dalle Aquile!

Completamente bloccati sul ghiaccio, i bianconeri ieri sera hanno nuovamente dovuto cedere il passo in modo fragoroso contro il Ginevra

LUGANO – Se dopo 7’ ti trovi sotto per 0-4 in casa e l’head coach si trova costretto a chiamare un time-out e a sostituire il portiere… qualcosa non va. Se accade in un match delicatissimo per la classifica e dopo 8 giorni di riposo… l’allarme suona ancora più forte. Se ciò avviene per la terza volta contro la medesima squadra… beh allora la cosa si fa seria. Sì perché il Lugano che ha perso ieri per 2-6 in casa contro il Servette, è lo stesso che qualche mese fa andò nella città di Calvino e subì due scoppole memorabili nel breve volgere di 24h.
 
E se 3 indizi fanno una prova… allora possiamo affermare che questo Lugano soffre, soprattutto mentalmente, le Aquile. Certo, questa sera i ragazzi di Pelletier hanno subito la possibilità di rifarsi, di graffiare, di stanare Rod e compagni, ospitandoli nuovamente alla Cornèr Arena, ma se queste sono le basi di partenza…
 
Un peccato, non solo per questo Lugano è lo stesso – Haussener a parte – che è andato a portare via 1 punto a Zugo e 2 a Losanna, ma è anche quel Lugano che (ora settimo in classifica) si gioca molto probabilmente un posto diretto nei playoff contro i ginevrini (e il Davos). E se perdi 3 volte su 3 (e pure così male), beh… il destino ce l’hai quasi segnato.
 
I bianconeri ieri sono apparsi completamente bloccati, fermi, paralizzati, quasi di ghiaccio. Peccato che dall’altra parte il Servette quel ghiaccio – compreso quello della ex Resega – se l’è divorato, lo ha sbranato, segnando a raffica da tutte le posizioni. Trovare qualcosa di positivo nella serata di ieri risulta dura, nonostante l’ennesima rete di Boedker e il polsino di Fazzini, ma altrimenti… non ci resta che attendere di essere smentiti in serata.

Guarda anche 

“Il PSE: ora un FCL completo per Mansueto e un atto di coraggio della Città”

LUGANO – Il giorno dopo è sempre quello più bello. Quando vivi con pathos una vittoria, un risultato importante, difficilmente riesce a godertelo imme...
29.11.2021
Sport

“Mi è tornata la passione grazie ai ragazzi che alleno”

LUGANO - Tanti infortuni, tre operazioni, tanta sofferenza fisica e morale ma alla fine Christian Stucki è riuscito ad uscire dall’incubo. Ha sme...
30.11.2021
Sport

HCL, ancora troppi errori individuali

LUGANO - Alcune considerazioni dopo la sfida fra i bianconeri e il Friborgo di venerdì sera, sfida terminata con la vittoria degli ospiti all'overtime (3-...
29.11.2021
Sport

Lugano lanciatissimo: addirittura secondo!

ZURIGO - Per una notte i bianconeri sono secondi in classifica. Bene. Non accadeva dallo scorso inverno, quando sulla panchina c'era Maurizio ...
28.11.2021
Sport