Sport, 22 febbraio 2021

3 sberle dal Lucerna: un KO dalle ossa rotte

Dolorosissima la sconfitta subita ieri dal Lugano a Cornaredo contro l’ex Celestini

LUGANO – Che non sarebbe stata una passeggiata lo si sapeva già prima del calcio d’inizio avvenuto ieri a Cornaredo alle 16. Che non sarebbe stato un incontro facile, ma molto delicato – perché il Lucerna, al netto di una classifica delicata, ha ottime qualità – lo aveva messo in conto anche mister Jacobacci, ma in pochi si aspettavano un KO così doloroso come quello che si è concretizzato negli ultimi 10’ della sfida.
 
Sì, perché il Lugano ancora una volta ha palesato dei limiti difensivi pazzeschi, specie quando in campo manca capitan Maric. E il 2-3 di ieri ha male, malissimo, perché i bianconeri per due volte si erano trovati in vantaggio – prima con Covilo, poi con Bottani – riuscendo a restistere agli attacchi dei ragazzi dell’ex Celestini fino a 10’ dalla fine, quando è successo di tutto.
 
E
quel tutto va analizzato, capito e affrontato. Passi per il 2-2 di Tasar, ma la doppietta firmata dal tedesco a un nulla dalla fine della partita è assolutamente inaccettabile. Il Lucerna ha avuto il merito di non mollare mai e di alzare il ritmo una volta trovato il pareggio… il Lugano il demerito di farsi schiacciare, di non riuscire a reagire e di trovarsi alla fine col cerino in mano.
 
Se fino a poche settimane fa si parlava dei problemi dell’attacco dei ticinesi – che, per carità, non sono certo scomparsi del tutto con l’approdo di Abubakar – la difesa restava il vero baluardo dei bianconeri. Ma nelle ultime uscite anche quella ha iniziato a fare acqua: c’è da sperare che Maric possa tornare in campo e al centro del reparto difensivo al più presto, altrimenti dalle parti di Cornaredo potrebbe iniziare a risuonare la sirena dell’allarme generale…

Guarda anche 

Lukas Bernasconi confermato Capogruppo della Lega di Lugano

La Lega di Lugano ha confermato ieri la dirigenza della scorsa legislatura. A guidare la sezione luganese del movimento di Via Monte Boglia sarà quindi Lukas Berna...
18.05.2021
Svizzera

2000, Italia che beffa! Francia ancora regina

Per la prima volta nella storia del calcio moderno, la fase finale degli Europei viene organizzata da due paesi. L’UEFA li affida a Belgio e Olanda. È...
18.05.2021
Sport

Quel sogno vanamente rincorso...

LUGANO - Il bel gioco è sempre stato un obiettivo del presidente Angelo Renzetti. Sin dal suo esordio sulla scena calcistica bianconera ha messo in primo pian...
18.05.2021
Sport

I derby di basket Anni 70? Sembrano racconti fiabeschi

LUGANO - Per i nostalgici del basket che fu, ricordare i favolosi Anni Settanta e Ottanta del secolo scorso è pura sofferenza perché l’ambie...
17.05.2021
Sport