Sport, 22 febbraio 2021

3 sberle dal Lucerna: un KO dalle ossa rotte

Dolorosissima la sconfitta subita ieri dal Lugano a Cornaredo contro l’ex Celestini

LUGANO – Che non sarebbe stata una passeggiata lo si sapeva già prima del calcio d’inizio avvenuto ieri a Cornaredo alle 16. Che non sarebbe stato un incontro facile, ma molto delicato – perché il Lucerna, al netto di una classifica delicata, ha ottime qualità – lo aveva messo in conto anche mister Jacobacci, ma in pochi si aspettavano un KO così doloroso come quello che si è concretizzato negli ultimi 10’ della sfida.
 
Sì, perché il Lugano ancora una volta ha palesato dei limiti difensivi pazzeschi, specie quando in campo manca capitan Maric. E il 2-3 di ieri ha male, malissimo, perché i bianconeri per due volte si erano trovati in vantaggio – prima con Covilo, poi con Bottani – riuscendo a restistere agli attacchi dei ragazzi dell’ex Celestini fino a 10’ dalla fine, quando è successo di tutto.
 
E
quel tutto va analizzato, capito e affrontato. Passi per il 2-2 di Tasar, ma la doppietta firmata dal tedesco a un nulla dalla fine della partita è assolutamente inaccettabile. Il Lucerna ha avuto il merito di non mollare mai e di alzare il ritmo una volta trovato il pareggio… il Lugano il demerito di farsi schiacciare, di non riuscire a reagire e di trovarsi alla fine col cerino in mano.
 
Se fino a poche settimane fa si parlava dei problemi dell’attacco dei ticinesi – che, per carità, non sono certo scomparsi del tutto con l’approdo di Abubakar – la difesa restava il vero baluardo dei bianconeri. Ma nelle ultime uscite anche quella ha iniziato a fare acqua: c’è da sperare che Maric possa tornare in campo e al centro del reparto difensivo al più presto, altrimenti dalle parti di Cornaredo potrebbe iniziare a risuonare la sirena dell’allarme generale…

Guarda anche 

“Non ho mai perso la calma. Le critiche mi esaltano”

LUGANO - Basta un gesto, un tocco o un semplice dettaglio. Basta poco per far cambiare l’inerzia di una partita e se possibile provocare una svolta: è q...
07.03.2021
Sport

“Queste partite sono tese anche a livello giovanile”

LUGANO/AMBRÌ - Krister Cantoni è un privilegiato, perché ha potuto vestire sia la maglia dell’Ambrì Piotta sia del Lugano. Ma ...
07.03.2021
Sport

Il Lugano risorge in Vallese…

SION – Sarà stata l’aria di primavera a far (ri)sbocciare il Lugano. O, molto più probabilmente, sarà stata la classifica preoccupante a ...
05.03.2021
Sport

Corsa ai playoff: per il Lugano la strada è in salita

LUGANO – Troppo imprecisi, troppo fallosi, con troppi alti e bassi. I ragazzi di Pelletier nell’ultima settimana hanno mostrato due volti completamente divers...
04.03.2021
Sport