Sport, 19 febbraio 2021

HCL, 3 punti in 2 partite per la (rin)corsa ai playoff

La settimana bianconera, dopo il brutto KO interno col Rapperswil, ha lasciato qualche sicurezza in più sulla condizione e sulla qualità della formazione di Pelletier

LUGANO – Non sarà una passeggiata, non sarà semplice, sarà un cammino impervio e imprevedibile quello che porta ai playoff e il Lugano dovrà affrontarlo con la squadra al completo, con l’aiuto di tutti i suoi uomini e con la consapevolezza che le 8 vittorie di fila e le ultime 2 partite disputate in settimana possono aver dato.
 
Sì, perché dopo il brutto scivolone interno col Rapperswil di domenica – che aveva interrotto l’importante filotto di successi – i bianconeri si sono ritrovati, andando a cogliere punti importanti e pesanti sia a Zugo, in casa della terribile capolista e dominatrice della Regular Season, sia a Losanna, dove quasi tutti ci hanno rimesso le penne in stagione.
 
E Arcobello e compagni lo hanno fatto lottando, soffrendo, rimontando. A Zugo dopo un brutto primo tempo e dopo il 2-0 dei Tori, è arrivata la reazione giusta che ha portato al 2-2 del 60’, lasciando un po’ di rammarico tra le fila dei sottocenerini, perché la vittoria sembrava davvero poter arrivare. Poi ci ha pensato la coppia Klingberg-Shore a mettere fine alla contesa al supplementare. Ma quello ottenuto alla Bossard Arena è stato 1 punto importante, 1 punto frutto di una bella
prestazione che ha dato il là alla vittoria conquistata al supplementare a Losanna.
 
Certo, i vodesi sono andati 2 volte in vantaggio – anche con un po’ di fortuna – ma ancora una volta il Lugano ha avuto il merito di mettersi lì, di continuare a giocare il suo gioco, di sfruttare tutti i suoi uomini e di portare la contesa all’overtime, dove questa volta è stato Boedker (che finalmente nel 2021 sembra aver trovato la sua giusta dimensione) a regalare quel successo che serviva anche per frenare la rincorsa di un Losanna che, con 7 partite in meno, si trova a -4 dallo stesso Lugano.
 
Non sarà una passeggiata, dicevamo, arrivare tra le prime 6 e approdare ai playoff perché la classifica è corta, cortissima – fatta eccezione per lo Zugo – e anche il Bienne e il Servette (altra squadra con 6 partite in meno disputate, che si trova a -7 dai bianconeri) possono rientrare in graduatoria. Ecco perché per la squadra di Pelletier sarà fondamentale riposare bene durante questa settimana, cercando di recuperare energie fisiche e mentali, per affrontare al meglio gli stessi ginevrini giovedì prossimo alla Cornèr Arena. Perché imporsi in quella sfida sarà assolutamente fondamentale.

Guarda anche 

Corsa ai playoff: per il Lugano la strada è in salita

LUGANO – Troppo imprecisi, troppo fallosi, con troppi alti e bassi. I ragazzi di Pelletier nell’ultima settimana hanno mostrato due volti completamente divers...
04.03.2021
Sport

Bilancio positivo per LuganoNetWork e Spazio Lavoro

*Comunicato stampa Città di Lugano Le misure di sostegno formativo e di inserimento professionale promosse dalla Divisione Socialità della Città d...
03.03.2021
Ticino

L’Ambrì cala il tris, il Lugano reagisce e ruggisce da squadra

AMBRÌ – Zurigo, Rapperswil e Langnau. L’Ambrì si fa bello, ritrova le idee e incamera 3 vittorie filate che ridanno aria e fiducia a tutto l&rsq...
01.03.2021
Sport

Allarme a Cornaredo: il Lugano perde e non vince più

LOSANNA – C’era un Lugano a ottobre che si giocava la vetta della classifica con l’YB. Era un Lugano che, pur non segnando molto, vinceva o al massimo p...
01.03.2021
Sport