Sport, 31 dicembre 2020

GALLERY – Da Kobe a Maradona, fino a Paolo Rossi: un 2020 nefasto per lo sport

Galleria fotografica

Termina oggi un anno davvero da dimenticare e che, purtroppo, passerà alla storia

LUGANO – Difficilmente dimenticheremo l’anno che questa sera ci lasceremo alle spalle. Difficilmente dimenticheremo il 2020: 366 giorni che resteranno nella nostra mente per la pandemia, per il lockdown, per le mascherine che ancora ora indossiamo, per le distanze sociali che dobbiamo rispettare ormai da 9 mesi e per le tante difficoltà che abbiamo e stiamo affrontando.
 
Se ne va un anno contraddistinto, ahinoi, da un numero incredibile di morti, e molti di noi sono stati toccati da vicino dalla dipartita di un nostro caro, di un amico, di un conoscente – a causa del Covid o meno – o anche solo di un personaggio pubblico a cui eravamo legati. Anche il mondo dello sport ha versato lacrime amare, lacrime tristi, lacrime di morte.
 
Fin da gennaio, quando ci ha lasciati – in seguito
a un incidente in elicottero Kobe Bryant – passando per alcuni miti del passato, come l’ex pilota di Formula 1 Stirling Moss, passato alla storia per aver vinto ben 16 GP senza mai laurearsi campione del Mondo, fino ad arrivare a un’ultima parte dell’anno bisestile davvero tragico: prima la dipartita di Diego Armando Maradona, il D10S del calcio, poi quella di Paolo Rossi, mattatore del Mundial ’82, spirato per un brutto male.

Senza dimenticare il lutto che ha colpito lo sci alpino e in particolare la Svizzera e il nostro Ticino, quando una lunga malattia ci ha portato via l'indimenticabile Doris De Agostini.
 
E non sono gli unici: davvero un anno difficile da dimenticare e che, volenti o nolenti, resterà nei libri di storia che verranno studiati dai nostri successori.
Galleria fotografica

Guarda anche 

I sei moschettieri all’assalto del Giappone

TOKYO (Giappone) - Ce l’avevano giurato gli addetti ai lavori: nell’atletica leggera è sempre più difficile che qualcuno ricorra alle farma...
25.07.2021
Sport

Disastro Hussein: positivo al doping

TOKYO (Giappone) – A pochissime ore dall’avvio dei Giochi Olimpici e dalla Cerimonia d’apertura, un caso di doping si abbatte su Swiss Olympic: l’...
23.07.2021
Sport

Battute antisemite nel 1998: licenziato il direttore della cerimonia d’apertura dei Giochi

TOKYO (Giappone) – A poche ore dal via delle Olimpiadi, che si apriranno ufficialmente con la Cerimonia d’apertura di domani, il comitato organizzatore di Tok...
22.07.2021
Sport

Ritrovato l’atleta ugandese sparito a Tokyo: “Voglio lavorare in Giappone”

TOKYO (Giappone) – Alla fine Julius Ssekitoleko è stato ritrovato dopo essere scomparso per alcuni giorni: il sollevatore di pesi, 20 anni, dell’Uganda...
22.07.2021
Sport