Svizzera, 17 novembre 2020

La CEDU ferma l'espulsione di un richiedente l'asilo perchè omosessuale

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato la Svizzera per aver voluto rimpatriare al suo Paese un cittadino gambiano che sostiene essere omosessuale. La CEDU ha ritenuto che i rischi a cui sarebbe esposto non siano stati sufficientemente valutati.

In una sentenza pubblicata martedì, la CEDU ha giudicato che vi sia stata una violazione dell'articolo 3 della Convenzione (divieto di trattamenti inumani e degradanti). Ricordando che l'esistenza di una legge che punisce gli atti omosessuali non è sufficiente ad escludere il rimpatrio, sottolinea che l'orientamento
sessuale del richiedente l'asilo potrebbe essere scoperto se tornasse in Gambia.

Nel 2018 il Tribunale federale aveva ritenuto che la rete familiare della persona sarebbe stata sufficiente a proteggerla e che la situazione degli omosessuali era migliorata nel Paese africano. I giudici di Strasburgo invece non hanno condiviso questo giudizio. A loro avviso, la Svizzera avrebbe dovuto garantire che le autorità locali "avessero la capacità e la volontà" di proteggere il proprio cittadino dai maltrattamenti da parte di attori non statali.

Guarda anche 

Causa un incidente con un ferito, dovrà lasciare la Svizzera per 5 anni

Un automobilista kosovaro dovrà lasciare la Svizzera per almeno 5 anni per aver causato un incidente in cui era rimasta ferita la persona con cui viaggiava e c'...
21.07.2021
Svizzera

Presto anche le donne dovranno svolgere il servizio militare?

Il servizio militare dovrebbe essere svolto da ambodue i sessi. La Società svizzera degli ufficiali (SSU) propone infatti di rendere il servizio militare obbligato...
19.07.2021
Svizzera

EURO 2020: la partita più bella? Svizzera-Francia!

È tempo di bilanci, è tempo di alzare peana, di scappare dalla retorica nazionalista, di festeggiare (in modo sano), di stigmatizzare i post raz...
20.07.2021
Sport

Uccise il compagno perchè non voleva più sposarsi, condannata a 7 anni di carcere e espulsione

Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di una donna che aveva ucciso il suo compagno a coltellate nel settembre 2018 a Veyras, nel canton Vallese. I due, 40enne cit...
15.07.2021
Svizzera