Ticino, 09 ottobre 2020

Presunto oppositore di Putin può restare in Ticino perchè ha l'HIV

Se dovesse tornare in Russia non avrebbe la certezza di accedere alle cure per l’HIV. Quindi può restare in Svizzera, più precisamente in Ticino, nonostante la sua domanda d’asilo sia stata respinta ormai già due anni fa.
 
A graziare il cittadino russo di origini abkhaze è stato il Tribunale amministrativo federale (TAF), che con sentenza pubblicata ieri ha parzialmente accolto il ricorso presentato dall’avvocato Immacolata Iglio Rezzonico.
 
L’uomo era arrivato a Chiasso nel 2018 e si era presentato come membro del partito di opposizione Rossiya Budushcego, quello guidato da Alexei Navalny. Per questa sua presunta attività politica sosteneva di essere in pericolo di vita nel suo Paese.
 
La SEM aveva però ritenuto poco plausibile la storia dell’uomo, poiché non supportata da mezzi di prova e contraddistinta da diverse incoerenze. La sua domanda d’asilo era quindi
stata respinta.
 
A questo punto è entrata in scena l’avvocato Immacolata Iglio Rezzonico, che ha deciso di contestare il rinvio dell’uomo in Russia giocando la carta dei motivi di salute. Il richiedente l’asilo è infatti malato di HIV e di epatite B.
 
La SEM ha ritenuto che le cure per queste malattie fossero disponibili anche in Russia e ha sottolineato che esse sono prese a carico dall’assicurazione sanitaria obbligatoria. Ma i giudici del TAF hanno invece sostenuto che non tutti i malati hanno accesso a queste cure. Rinviando l’uomo in Russia, la Svizzera rischierebbe dunque di porlo “in una situazione di minaccia esistenziale”.
 
I giudici hanno dunque imposto alla SEM di concedere all’uomo l’ammissione provvisoria e di rivalutare periodicamente le sue condizioni di salute. Dovessero migliorare, potrebbe essere rinviato in Russia. Altrimenti resterà qui.

Guarda anche 

"La Svizzera è pronta a un'eventuale ondata di domande di asilo?"

Ci dirigiamo verso una nuova ondata di "caos asilo"? È ciò che teme il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, che oggi ha interpellato il Consiglio...
17.06.2021
Svizzera

Netto aumento delle domande di asilo in Svizzera

Nel maggio 2021 sono state presentate in Svizzera 1029 domande d’asilo, ossia 179 in più che nel mese precedente (+21,1%). Lo comunica oggi la Segreteria di ...
17.06.2021
Svizzera

Condannati in 16 a Berna per aver occupato un edificio

Bettina Bochsler, giudice unica del tribunale regionale di Berna-Mittelland, ha condannato oggi 16 persone che nel 2017 occuparono un edificio sulla Effingerstrasse. I 16...
17.06.2021
Svizzera

L'ONU interviene per "Carlos", che però viene condannato comunque

Avrà il tempo di distruggere ancora parecchie celle, il delinquente di origini brasiliane noto come “Carlos”, sebbene si chiami Brian. Ieri si apprende...
17.06.2021
Svizzera