Ticino, 09 ottobre 2020

Presunto oppositore di Putin può restare in Ticino perchè ha l'HIV

Se dovesse tornare in Russia non avrebbe la certezza di accedere alle cure per l’HIV. Quindi può restare in Svizzera, più precisamente in Ticino, nonostante la sua domanda d’asilo sia stata respinta ormai già due anni fa.
 
A graziare il cittadino russo di origini abkhaze è stato il Tribunale amministrativo federale (TAF), che con sentenza pubblicata ieri ha parzialmente accolto il ricorso presentato dall’avvocato Immacolata Iglio Rezzonico.
 
L’uomo era arrivato a Chiasso nel 2018 e si era presentato come membro del partito di opposizione Rossiya Budushcego, quello guidato da Alexei Navalny. Per questa sua presunta attività politica sosteneva di essere in pericolo di vita nel suo Paese.
 
La SEM aveva però ritenuto poco plausibile la storia dell’uomo, poiché non supportata da mezzi di prova e contraddistinta da diverse incoerenze. La sua domanda d’asilo era quindi stata respinta.
 
A questo punto è entrata in scena l’avvocato Immacolata Iglio Rezzonico, che ha deciso di contestare il rinvio dell’uomo in Russia giocando la carta dei motivi di salute. Il richiedente l’asilo è infatti malato di HIV e di epatite B.
 
La SEM ha ritenuto che le cure per queste malattie fossero disponibili anche in Russia e ha sottolineato che esse sono prese a carico dall’assicurazione sanitaria obbligatoria. Ma i giudici del TAF hanno invece sostenuto che non tutti i malati hanno accesso a queste cure. Rinviando l’uomo in Russia, la Svizzera rischierebbe dunque di porlo “in una situazione di minaccia esistenziale”.
 
I giudici hanno dunque imposto alla SEM di concedere all’uomo l’ammissione provvisoria e di rivalutare periodicamente le sue condizioni di salute. Dovessero migliorare, potrebbe essere rinviato in Russia. Altrimenti resterà qui.

Guarda anche 

Pesanti condanne per un caso di corruzione alla SECO, "il più grave da decenni nella storia svizzera"

Per quindici giorni il Tribunale penale federale di Bellinzona nel mese di agosto si è occupato di uno dei più grandi casi di corruzione nella storia del...
19.09.2021
Svizzera

Fa ricorso per una multa per divieto di sosta, alla fine dovrà pagare 15 volte tanto

Succede, talvolta, che quando si fa ricorso per una multa, si riesce a farla annullare, o comunque ridurre l'importo, quando si è convinti di non aver commesso...
18.09.2021
Svizzera

La crisi afghana si fa già sentire, aumento del 60% delle domande d'asilo in agosto

Nel mese di agosto, la Segreteria di Stato per la Migrazione (SEM) ha registrato 1556 domande di asilo. Il maggior numero di domande, 330, proveniva dall'Afghanistan ...
16.09.2021
Svizzera

Derubava i clienti FFS mettendo un fazzoletto nel distributore di biglietti

Un cittadino francese residente a Ginevra è riuscito a sottrarre circa 2'000 franchi a clienti delle FFS bloccando l'erogatore del resto dei distributori d...
13.09.2021
Svizzera