Svizzera, 05 ottobre 2020

Maltratta dei cigni in riva al lago e aggredisce un passante che tenta di fermarlo, condannato

Scaglia i cani contro un gruppo di cigni e poi aggredisce un passante che tenta di fermarli. A Boudry, nel canton Neuchâtel, un pomeriggio di gennaio, un 55enne che passeggiava in riva al lago è rimasto sbalordito nel vedere, a pochi metri da lui, un 42enne che stava lasciando i suoi cani attaccare un gruppo di cigni sulla riva. Il passante ha poi cercato di convincere quest'uomo a richiamare i suoi fedeli compagni e interrompere il trattamento crudele che stavano riservando ai cigni, ma lo ha fatto in un modo che ha solo peggiorato la situazione.

Infatti, il 55enne ha scelto di tirare fuori il telefono per filmare ciò che stava succedendo. Quando il proprietario dei cani se n'è accorto ha cominciato ad insultare il passante "tua madre è una
putta*a", gli urlò, tra le altre cose.

Il 42enne, pieno di rabbia, si è poi messo ad aggredire il passante con colpi di bastone. La vittima ha subito lesioni che hanno reso necessaria un'interruzione del lavoro.

L'autore della caccia al cigno ha detto agli inquirenti che si era semplicemente difeso durante un alterco in cui la tensione è cresciuta molto rapidamente da entrambe le parti. La polizia non ha creduto a questa versione, ritenendo che l'uomo fosse stato, al contrario, aggressivo fin dall'inizio, a partire dagli insulti. È quindi stato condannato a dieci aliquote giornaliere di 30 franchi sospesi oltre a dover pagare una multa di 150 franchi. Dovrà inoltre pagare le spese legali di 300 franchi.

Guarda anche 

Elezioni cantonali a Neuchâtel, sconfitta della sinistra che perde la maggioranza in Consiglio di Stato

Il secondo turno delle elezioni cantonali a Neuchâtel hanno visto la destra riconquistare la maggioranza in Consiglio di Stato. La candidata Crystel Graf (PLR) c...
10.05.2021
Svizzera

Un mese dopo essere arrivato in Svizzera, rifugiato pugnala e uccide la moglie

Un rifugiato eritreo ha ucciso la moglie appena un mese dopo essere arrivato in Svizzera tramite il ricongiungimento famigliare a Peseux, nel canton Neuchâtel, giov...
25.04.2021
Svizzera

Condannato e espulso per aver molestato una ragazza sul bus, "finalmente non lo vedrò più"

Un cittadino francese condannato per aver aggredito sessualmente un'adolescente di Neuchâtel durante due viaggi in autobus a due settimane di distanza è ...
08.04.2021
Svizzera

Spacciatore tira un pugno in faccia a un poliziotto: condannato a una pena sospesa

Novanta aliquote giornaliere sospese con la condizionale per tre anni. È questa la pena cui è stato condannato uno spacciatore nigeriano che lo scorso 16 no...
23.03.2021
Svizzera