Ticino, 03 settembre 2020

"Saranno i ticinesi a decidere se ci sarà una città Ticino"

Mancano pochi mesi all'apertura della nuova linea ferroviaria che collegherà Locarno e Lugano, dimezzando praticamente i tempi di percorrenza tra le due città. Oltre all'ovvio vantaggio per chi usufruisce di questa linea, questa opera ferroviaria è anche occasione per riflettere sui cambiamenti che porta questa accresciuta mobilità. Questione su cui è chinato il Consigliere di Stato e direttore del dipartimento del territorio Claudio Zali in un'intervista pubblicata oggi sul Corriere del Ticino.

Se nell'intervista Zali sottolinea sì i vantaggi portati da questa nuova opera, l'esponente della Lega dei Ticinesi non si sbilancia sui presunti cambiamenti che porterebbe, ma anzi si mostra scettico sul concetto di “città-ticino”, spesso sbandierato da media e politici negli scorsi anni. “Non
c'è nulla di sbagliato nell'idea di Città Ticino – afferma Zali nell'intervista del CdT – ma fatico a immaginare un territorio così complesso e con una popolazione così complessa come un'unica città”. Secondo il Consigliere di Stato, alla fine saranno i ticinesi a decidere la portata del cambiamento di questa accresciuta mobilità. “Le rivoluzioni passano dalla testa delle persone, se i ticinesi vorranno vivevere come gli abitanti di una grande città lo faranno. Personalmente prediligo uno sviluppo territoriale diverso”.

E oltre alle città-polo del cantone, Zali ricorda che le zone collinari e discoste non servite dalla ferrovia non saranno dimenticate e che già previsto anche un potenziamento del servizio su gomma che serve queste aree meno accessibili.

Guarda anche 

Cassis non esclude del tutto un obbligo di vaccinazione, "ultima ratio"

In un'intervista pubblicata dalle testate CH-Media il Consigliere federale Ignazio Cassis non esclude completamente una vaccinazione obbligatoria contro il coronaviru...
16.12.2021
Svizzera

"In Ticino è urgente un blocco delle assunzioni di frontalieri"

Per salvaguardare il mercato del lavoro ticinese è urgente un blocco del rilascio dei permessi per lavoratori frontalieri. Ne è convinta Sabrina Aldi, vicec...
26.08.2021
Ticino

Per Simonetta Sommaruga sulla Legge sul CO2 "è necessario un secondo round"

In un'intervista al "SonntagsBlick", la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha espresso il suo disappunto per il risultato della votazione. Secondo lei...
21.06.2021
Svizzera

Berset evoca la fine di tutte le misure anti-covid da inizio agosto

Un possibile ritorno alla normalità all'inizio di agosto. Questa è la prospettiva che il consigliere federale e direttore del dipartimento della sanit&a...
31.05.2021
Svizzera