Ticino, 31 agosto 2020

Merlani: "In caso di sintomi non mandate i ragazzi a scuola"

Oggi, lunedì 31 agosto, riparte la scuola in presenza in Ticino. Sarà inevitabilmente una ripresa ‘inedita’, quella post Covid, per quasi 56mila allievi e 6’600 docenti. Istituti e autorità hanno allestito dei piani di protezione da mettere in atto per ridurre le possibilità di infezione da coronavirus.

Il medico cantonale Giorgio Merlani ha spiegato al Corriere del Ticino come comportarsi in caso di sintomi sospetti tra gli allievi. "Il
primo aspetto da applicare è il buon senso: in caso di sintomi, le famiglie devono tenere a casa il proprio figlio e, successivamente, contattare il medico per approfondire la situazione".

Ma può succedere che un’intera classe finisca in quarantena? “Dipende dai casi. Di principio, un singolo caso non porta a una quarantena di classe. Le modalità di intervento in questi casi saranno decise dall’Ufficio del medico cantonale”.

Guarda anche 

Nessun assalto all'idrossiclorichina ticinese

Nessun assalto di cittadini italiani all’ idrossiclorochina? Non adesso. A smentire quanto riportato stamattina da Repubblica, ovvero che il farmaco che Trump e Bol...
23.09.2020
Ticino

Per i balivi di Berna siamo polli morti da spiumare!

C’era una volta Gesù bambino al quale credevamo tutti. Noi promettevamo di fare i bravi, di ubbidire ai nostri genitori e lui ci portava i regali a Natale. P...
23.09.2020
Ticino

"La restituzione delle riserve in eccesso degli assicuratori malattia diventi obbligatoria"

*Mozione di Lorenzo Quadri al Consiglio Federale Con la seguente mozione si chiede che il CF modifichi l’OVAMal affinché la riduzione delle riserve in esu...
23.09.2020
Ticino

Quarantena di classe non più necessaria alle Medie di Losone

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) comunicano che la classe de...
23.09.2020
Ticino