Svizzera, 31 luglio 2020

Sono almeno 30 i detenuti in attesa di espulsione rilasciati a causa della pandemia

In una sentenza pubblicata questa settimana Tribunale federale ha nuovamente rimproverato il Cantone di Zurigo, ordinando all'Ufficio federale della migrazione di Zurigo di liberare un richiedente asilo respinto dal carcere perché l'espulsione non è possibile nel prossimo futuro a causa della pandemia di Coronavirus. In precedenza, l'uomo aveva già scontato una pena detentiva in Svizzera per furto di gruppo e furto professionale, danneggiamento multiplo di beni, violazione di domicilio e ricettazione di beni rubati.

A giugno, la massima istanza giuridica svizzera ha anche ordinato il rilascio di un uomo somalo condannato a 32 mesi di carcere per aggressione, giustificando la misura sempre a causa della pandemia.

E questi non sono casi isolati. Come si apprende nel "20 minuten", sono numerosi i cantoni che hanno liberato detenuti in attesa d'espulsione, tra cui il Ticino, i due cantoni di Basilea e Berna. Molti detenuti erano rappresentati dall'associazione Asylex, che negli scorsi mesi ha richiesto il rilascio per oltre 40 clienti, e ha avuto successo in oltre 30 casi.

Guarda anche 

Indiscrezioni confermate: l‘hockey ripartirà l’1 ottobre con mascherine, senza ospiti e col tracciamento

BERNA – Come ci avevano accennato negli scorsi giorni sia l’HCAP che l’HCL, nel corso della riunione straordinaria di Lega che si è tenuta oggi a...
14.08.2020
Sport

Oltre 1000 persone alla Cornér Arena da ottobre, tra regole e Cantone: “Siamo stati ascoltati, da noi 4225 posti a sedere: studieremo il da farsi”

LUGANO – Forse è ancora presto per parlare di ghiaccio bollente, di lame affilate, di check e di reti, ma intanto – con le amichevoli che iniziano ...
12.08.2020
Sport

Impazza il COVID in Spagna: anche il Barcellona colpito

BARCELLONA (Spagna) – Inizia a farsi caotica la situazione in Spagna per quanto concerne il coronavirus e anche il calcio non ne è immune: se qualche giorno ...
12.08.2020
Sport

“Il campionato potrebbe iniziare a ottobre. Ambrì, una Valascia da meno di 4'000 posti”

AMBRÌ – C’è voglia di hockey, c’è voglia di ripartire, c’è voglia di tornare ad assaporare quelle emozioni che il COVI...
13.08.2020
Sport