Sport, 23 luglio 2020

Tanto coraggio e una gemma: una vittoria fondamentale per un Lugano che deve ancora correre

Il successo colto ieri contro lo Zurigo permette ai bianconeri di tenere a debita distanza il Thun e il Sion ma la corsa verso la salvezza è ancora lunga e intensa

LUGANO – Dopo 4 pareggi consecutivi, di cui alcuni rocamboleschi e da mangiarsi le mani, il Lugano ieri sera a Cornaredo è tornato a conquistare quei 3 importantissimi e fondamentali punti. Importantissimi per tenere alta anche la concentrazione del gruppo, fondamentali perché in ottica salvezza da qui al 3 agosto ci sarà ancora tanto da correre.

La perla di Custodio, quel tiro a girare che ha terminato la sua traiettoria sotto l’incrocio, il palo colto da Kololli e le parate di Baumann assumono un’importanza assoluta in vista della sfida di Basilea, della battaglia interna contro il Servette e della trasferta conclusiva contro lo Xamax. Il Neuchâtel, appunto: i rossoneri, a -13 dalla truppa di Jacobacci, non potranno più agganciare in graduatoria i bianconeri. Una buona notizia per la squadra luganese, ma nella giornata di ieri i successi colti dal Sion (2-1 a Lucerna) e dal Thun (roboante 5-1 interno contro il Servette) hanno sottolineato che ci sarà da sudare tanto, tantissimo fino alla fine.

A conti fatti, a Sabbatini e compagni potrebbero bastare davvero pochissimi punti per tirare il definitivo sospiro di sollievo: sabato si sfideranno proprio Sion e Thun e dopo i 90’ del Tourbillion se ne potrà capire molto di più. In caso di vittoria dei bernesi, al Lugano basterebbero 2 punti nelle prossime 3 sfide per avere la matematica certezza della salvezza (sempre che i ragazzi di Tramezzani poi vincano sempre), se dovessero trionfare i vallesani, alla truppa di Jacobacci servirebbero 5 punti (nel caso che poi le due rivali facciano filotto fino al termine della stagione)… che in realtà potrebbero essere anche 4 vista la miglior differenza reti.

Insomma, bisognerà attendere ancora un attimo, ma è indubbio che i 3 punti ottenuti ieri, con una prova corale, di gruppo e di testa, abbiano avuto un peso quasi decisivo sull’estenuante corsa verso la salvezza.

Guarda anche 

Lichtsteiner e il ritiro: “Con la Serbia la partita più emozionante”

LUCERNA – Campione d’Italia per ben 7 volte con la maglia della Juventus, due finali di Champions League disputate sempre con la maglia dei bianconeri, campio...
14.08.2020
Sport

Oltre 1000 persone alla Cornér Arena da ottobre, tra regole e Cantone: “Siamo stati ascoltati, da noi 4225 posti a sedere: studieremo il da farsi”

LUGANO – Forse è ancora presto per parlare di ghiaccio bollente, di lame affilate, di check e di reti, ma intanto – con le amichevoli che iniziano ...
12.08.2020
Sport

Impazza il COVID in Spagna: anche il Barcellona colpito

BARCELLONA (Spagna) – Inizia a farsi caotica la situazione in Spagna per quanto concerne il coronavirus e anche il calcio non ne è immune: se qualche giorno ...
12.08.2020
Sport

Da ottobre più di 1'000 persone a Cornaredo: “Segnale positivo, ci vorrà buon senso”

LUGANO – Ci vorrà ancora qualche settimana di pazienza, qualche settimana in più del previsto, poi – sempre a determinate condizioni – lo ...
12.08.2020
Sport