Mondo, 17 giugno 2020

Guerriglia a Digione tra bande di ceceni e di africani, almeno sei feriti

Da venerdì la città francese di Digione è teatro di scontri tra la comunità cecena e quella africana a causa di un pestaggio di un giovane ceceno da parte di nordafricani per una questione di droga. Ancora lunedì, la polizia ha dovuto disperdere una folla di uomini mascherati e armati che volevano difendere il loro quartiere dopo tre spedizioni punitive guidate da membri della comunità cecena nel fine settimana.

Per la quarta sera consecutiva, in una città non abituata a questo tipo di situazioni, dozzine di persone armate di sbarre di ferro e pistole, che non sappiamo se sono false o no, si sono riunite lunedì nella area sensibile di Grésilles.

Il procuratore di Digione, Eric Mathais, parla di "una spedizione punitiva di ceceni, una vendetta sui membri della comunità maghrebina, che avrebbero aggredito un giovane, forse nell'ambito di una questione di droga".

Venerdì sera, intorno alla mezzanotte, decine di persone col volto coperto, alcune
venute anche da fuori Digione, hanno distrutto con sbarre di ferro un "bar- narghilè" nella centrale Place de la République. Malgrado l'intervento della polizia, gli scontri sono poi proseguiti nel quartiere di Gresilles.

Mathais aveva indicato lunedì prima che "sei feriti" erano stati registrati "in totale in tre episodi successivi (venerdì, sabato e domenica sera)" per nessun arresto. È stata aperta un'indagine, "in particolare per tentato omicidio in una banda organizzata, degradazioni, istigazione alla violenza", in cooperazione tra la polizia giudiziaria e la pubblica sicurezza, secondo lui. "Apparentemente sono stati membri della comunità cecena che hanno invitato i social network da venerdì a vendicare la violenza commessa contro un giovane da persone della comunità del Maghreb. Per tre notti di seguito, abbiamo quindi fino a 140 persone che vengono a Digione per questo motivo", ha affermato il procuratore al canale France Bleu.

Guarda anche 

90enne aggredita e violentata a casa sua a Como, arrestato un richiedente l'asilo

Una 90enne comasca è stata aggredita e violentata in casa, lo scorso venerdì 11 giugno. Come riportano i media italiani, l'anziana signora, tra le 21 e ...
15.06.2021
Mondo

Aggressione sessuale alla stazione di Olten: arrestato un migrante

La polizia cantonale solettese ha messo le manette ai polsi dell’uomo che lo scorso 5 giugno, attorno all’una, aveva aggredito sessualmente una giovane donna ...
14.06.2021
Svizzera

Quattro adolescenti feriti in una rissa

Quattro adolescenti sono rimasti feriti ieri sera, martedì, in una rissa avvenuta per motivi ignoti a Wädenswil (ZH). Tutti e quattro – come si legge...
19.05.2021
Svizzera

Rompe i finestrini delle auto, arrestato migrante che non doveva più essere in Svizzera

Un 37enne algerino è stato arrestato ieri dalla polizia cantonale argoviese con l’accusa di aver scassinato diverse automobili. L’algerino - che sog...
19.05.2021
Svizzera