Mondo, 13 giugno 2020

Notte di paura a Rimini, migrante causa il caos urlando "Allah akbar" e "Italia è una m...."

È stata una notte agitata a Rimini quella tra giovedì e venerdì, quando un tunisinoha dato in escandescenza proferendo insulti a sguarciagola e prendendo a sprangate anche un’ambulanza.

Come riporta sito de "Il Giornale", ci sono stati anche momenti di paura, specialmente quando l'uomo si è messo a urlare "Allah Akbar", il grido di battaglia tipico dei jihadisti e degli estremisti islamici.

Il tutto è durato circa due ore, dalle ventidue e mezza fino oltre alla mezzanotte, in zona lungomare. Insieme all’esagitato 44enne, c'era anche la sua compagna, una 37enne brasiliana e anche lei non è stata da meno, anzi: secondo quanto raccontato a "ilGiornale" da un residente della zona, la sudamericana urlava in continuazione e a squarciagola.

La coppia era evidentemente in stato alterato, come hanno dimostrato gli esami condotti che indicano che i due erano sotto gli effetti sia di alcol che di sostanze stupefacenti. I due, urlando e litigando furiosamente per strada hanno addirittura bloccato il traffico delle automobili in transito: i due, infatti, presi dall’ira, si sono messi a scaraventare per terra oggetti di vario tipo, fra cui sedie e cassonetti.

La situazione si calma quando sul posto arrivano un’ambulanza e due pattuglie della polizia, oltre a una terza arrivata quale rinforzo. Prima che gli agenti arrivassero sul posto, i due esagitati hanno avuto tempo per prendersela pure con il personale medico, prendendolo letteralmente a sprangate.

Parte della scena è stata ripresa da passanti e i video sono stati pubblicati sul sito del "Giornale". Sono disponibili qui.

Guarda anche 

Nel 2019 gli stranieri hanno commesso il 58% dei crimini

Secondo dati pubblicati martedì dall'Ufficio federale su tutti gli adulti condannati nel 2019, gli stranieri rappresentano il 57,8% del totale. Per la legge su...
21.10.2020
Svizzera

Voleva uccidere il marito dell'ex-moglie, dopo tre anni di carcere dovrà lasciare la Svizzera

Il Tribunale federale ha confermato la condanna di un cittadino originario dei balcani per atti preparatori ad atti criminali. L'uomo aveva minacciato un rivale, avev...
20.10.2020
Svizzera

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo

Accordo fiscale con l'Italia probabilmente entro la fine dell'anno, secondo Ueli Maurer

Entro la fine dell'anno sarà probabilmente firmato l'accordo tra la Svizzera e l'Italia sull'imposta di confine, assicura il Consigliere federale U...
17.10.2020
Svizzera