Svizzera, 10 maggio 2020

Accusato di un brutale omicidio in Francia, lo ritrovano sei mesi dopo in Svizzera

Uno dei principale sospettati di un brutale omicidio avvenuto lo scorso novembre a Parigi è stato arrestato il 20 aprile a Ginevra. Lo riferisce il sito "Le Parisien", citato da media romandi, che ha secondo cui l'uomo, un 24enne, è stato pizzicato in un appartamento dove si nascondeva. Dovrebbe essere consegnato alla giustizia francese se accetta la sua estradizione. Lui e due complici precedentemente arrestati sono sospettati di aver picchiato a morte un animatore scolastico di 21 anni nella cantina di un edificio di Belleville, nel 19 ° arrondissement della capitale francese.

I fatti risalgono al 23 novembre. Quella sera, verso le 20:00, la vittima cadde in un'imboscata tesa da tre uomini. I tre lo accusavano di aver rubato loro degli stupefacenti. L'hanno trascinato nel seminterrato, dove l'hanno legato, per poi picchiarlo brutalmente per un'ora, prima di abbandonarlo in fin di vita in una stanza, insanguinato e seminudo. La vittima aveva anche subito abusi sessuali. Era ancora vivo quando le forze dell'ordine lo trovarono e fece in tempo a rivelare agli inquirenti l'identità degli agressori prima di morire di di arresto cardiaco poco dopo l'arrivo in ospedale.

Un primo sospettato, di 19 anni, fu rapidamente arrestato, ricorda "Le Parisien". Ha ammesso la sua presenza in quel momento, ma finora sostiene di aver avuto solo un ruolo di spettatore. I suoi due complici avevano lasciato Parigi il giorno dopo l'omicidio. Uno di loro, 24 anni, è stato arrestato il 5 marzo a Versailles mentre comprava cannabis. Con l'arresto, lo scorso 20 aprile, dell'ultimo sospettato ora tutti e tre i presunti autori si trovano dietro le sbarre.

Guarda anche 

Lasciano morire una detenuta perchè pensavano simulasse un malore, assolti quattro carcerieri

Il 14 giugno 2018 una donna di 29 anni è morta all'ospedale universitario di Basilea dopo aver tentato di impiccarsi nella prigione in cui era detenuta. Il car...
28.08.2021
Svizzera

Aveva aggredito a coltellate i genitori e il fratello mentre dormivano, due anni dopo viene denunciato

Un cittadino italiano, oggi 24enne, è accusato di aver aggredito a coltellate i genitori e il fratello a Trimbach, nel canton Soletta. I fatti risalgono a agosto 2...
25.08.2021
Svizzera

A Ginevra arrivano i semafori anti-frontalieri

Le autorità ginevrina hanno installato negli scorsi giorni dei semafori presso le dogane del cantone per scoraggiare e rallentare il forte traffico transfrontalier...
24.08.2021
Svizzera

Aveva ucciso moglie e figlio, condannato al carcere a vita (e a un'eventuale espulsione)

Un cittadino portoghese residente nel canton Vaud accusato di aver ucciso la moglie e suo figlio è stato condannato all'ergastolo, la pena più pesante d...
24.08.2021
Svizzera