Ticino, 14 marzo 2020

Stasera il Governo chiude tutto

Il Consiglio di Stato adotta la strategia italiana per contrastare l’emergenza Coronavirus. All’indomani della decisione di chiudere tutte le scuole, il Governo si appresa a comunicare alla popolazione un ulteriore giro di vite, volto a contenere il contagio e a proteggere il sistema sanitario cantonale.

L’Esecutivo cantonale, dalla prima mattina, sta informando i sindaci sulle misure che saranno adottate. Chiaro l'obbiettivo: fare squadra e remare tutti nella stessa direzione per affrontare uniti l'emergenza.

Non è chiaro se le restrizioni entreranno in vigore già da questa sera o a partire da lunedì mattina. Come non è ancora chiaro se verrà definita una scadenza dei provvedimenti o saranno in vigore "fino a nuovo avviso".

Come avviene nella vicina penisola resteranno chiusi bar, ristoranti e negozi non di prima necessità, come gli alimentari e le farmacie. Quindi è del tutto insensato prendere d’assalto gli scaffali in queste ore, come avvenuto in alcune località del Cantone.

Sulla scorta del modello italiano le aziende dovrebbero poter continuare a lavorare, affidandosi in particolare al telelavoro, a patto che sul posto di lavoro sia mantenuta la distanza sociale. Garantito dovrebbe continuare ad essere anche il trasporto pubblico. Potrebbe i invece esserci una stretta sui parchi e i parchi giochi.

Non sarà invece previsto alcun coprifuoco per chi esce di casa. Chi lo farà non sarà insomma chiamato a dare spiegazioni alle forze dell’ordine.

Il Consiglio di Stato comunicherà ufficialmente le sue decisioni in una conferenza stampa prevista per il tardo pomeriggio, dove saranno altresì illustrate le prime misure di sostegno all’economia e i provvedimenti che toccheranno l’amministrazione pubblica.

Guarda anche 

Lugano ha deciso, la Foce dalle 20.30 nei weekend solo per 200 persone

E alla fine, il Municipio ha deciso di chiudere. Purtroppo le liti, il poco rispetto del senso civico con rifiuti lasciati ovunque e assembramenti che vanno contro le reg...
09.07.2020
Ticino

Il DSS chiede prudenza

Dal 1° di luglio a oggi si contano in Ticino 36 nuovi casi accertati di persone positive al Coronavirus e due ospedalizzazioni. Nel giro di poco più di una set...
09.07.2020
Ticino

"Cosa sta succendo alla Fondazione La Fonte di Neggio?"

In relazione a quanto emerso in un articolo pubblicato sul "Mattino della Domenica" riguardo a presunte irregolarità alla Fondazione La Fonte di Neggio, ...
09.07.2020
Ticino

Frontaliere espulso dopo 27 anni in Ticino: "Giusto così"

Il Tribunale federale, con sentenza datata 19 giugno e pubblicata ieri, ha confermato la revoca del permesso G a un frontaliere che lavorava in Ticino dal 1988.   ...
09.07.2020
Ticino