Ticino, 11 marzo 2020

"Bisogna migliorare il piano viario di Lugano"

Oggi a presentarsi è Nicholas Marioli, Consigliere comunale uscente di Lugano che il prossimo 5 aprile si ripresenta per un nuovo mandato.

Nicholas, potresti presentarti brevemente?

Mi chiamo Nicholas Marioli, sono nato il 28 luglio 1994 e abito nel quartiere di Viganello del Comune di Lugano.

In questo quartiere sono nato, cresciuto e ho frequentato tutte le scuole dell’obbligo (elementari e medie).

Nel 2013 mi sono diplomato presso il Centro Professionale commerciale di Lugano, ottenendo l’Attestato Federale di Capacità (AFC) di impiegato di commercio formazione estesa nel ramo fiduciario.

Dal 2018 lavoro per una società immobiliare in qualità di gestore amministrativo e contabile.


Quali sono, secondo te, le priorità di Lugano?

Sicuramente la valorizzazione dei quartieri e della loro voce in capitolo; nei prossimi quattro anni bisognerebbe coinvolgerli maggiormente nelle decisioni politiche, ma anche a livello urbanistico come ad esempio rivalorizzando gli eventi organizzati nelle periferie e fornendo servizi pubblici di qualità.

L’ottimizzazione del nostro piano viario luganese con alcuni puntuali correttivi.

La creazioni di nuovi posti di lavoro per i residenti tramite una fiscalità concorrenziale ed un amministrazione pubblica forte e vicina al cittadino.


Per finire, puoi dirci perchè i luganesi dovrebbero votarti?

Perché sono una persona
umile che ha fatto la propria gavetta iniziando nel 2012 diventando membro della commissione di quartiere di Viganello e all’interno di questo gremio sono rimasto fino al 2016 dopo averla presieduta per tre anni.

Nel 2013 mi ero candidato per la mia prima volta giovanissimo all’età di soli 18 anni per il Consiglio Comunale di Lugano, pur non venendo eletto non mi sono rassegnato e ho proseguito il mio impegno politico, nel 2016 sono stato eletto per la prima volta quale consigliere comunale di Lugano. Da allora sono membro della commissione delle petizioni.

Sono felice di aver dato il mio contributo in questi 4 anni con una presenza costante durante le sedute del legislativo (dove non sono mai mancato nemmeno una volta) e alle sedute commissionali, dove ho presenziato 137 volte su 146.

Ho presentato parecchie mozioni ed interrogazioni, quelle che hanno fatto più scalpore sono state senz’altro quella per l’introduzione facoltativa del dialetto nelle scuole elementari (in seguito approvata a larga maggioranza) e quella per l’installazione di un posto fisso di polizia alla Pensilina e la richiesta di maggior buonsenso per le contravvenzioni di posteggio durante gli eventi cittadini.

Inoltre sono stato relatore del rapporto commissionale favorevole alla mozione denominata “Prestazioni sociali: prima i luganesi!”.

Sarebbe mio desiderio proseguire per ancora 4 anni il mio lavoro in Consiglio Comunale, ringrazio già sin d’ora i cittadini che mi sosterranno.


kc

Guarda anche 

Al Casinò di Lugano si cercano professionisti

Lugano- Il Casinò Lugano sta per sbarcare nel mondo del gioco online. Ormai mancano davvero poche settimane al lancio del nuovo brand della piattaforma...
25.09.2020
Ticino

Lugano, mercato in stallo: la prima partenza sarà Baumann?

LUGANO – Sono due gli argomenti che tengono banco in casa Lugano, fatta eccezione per il calcio giocato: il mercato in uscita che fatica a decollare e la cessione d...
25.09.2020
Sport

Questo Lugano fa paura. L’Ambrì ci rimette (finalmente) il cuore

BIASCA – Chiamarla amichevole, quando in pista ci sono Ambrì e Lugano, risulta complicato. Ma tant’è. In effetti di colpi duri, durissimi, di ca...
20.09.2020
Sport

Lugano concreto e pimpante: col Lucerna si è vista una squadra

LUGANO - Che bel Lugano, ragazzi! La squadra di Maurizio Jacobacci, che nelle partite amichevoli e in Coppa Svizzera a Sciaffusa aveva lasci...
20.09.2020
Sport