Ticino, 28 febbraio 2020

"A Bellinzona dobbiamo essere più severi con le naturalizzazioni"

Oggi incontriamo Lelia Guscio, Consigliere comunale uscente di Bellinzona che il prossimo 5 aprile si ripresenta per un nuovo mandato.

Signora Guscio, può presentarsi brevemente?

Mi chiamo Lelia Guscio, sono nata e cresciuta ad Ambrì spostandomi in seguito a Zurigo dove mi sono laureata in lingua e letteratura inglese, ottenendo poi un dottorato. Abito a Bellinzona da parecchi anni e sono docente di inglese al liceo. Adoro viaggiare, leggere, e andare al cinema. La politica non è un hobby ma piuttosto una passione: in questa legislatura sono Consigliera comunale di Bellinzona, capogruppo Lega/UDC e membro della commissione della gestione. A volte, le giornate sono lunghe, sedute di commissioni, sessioni di Cc e altre riunioni o relazioni di messaggi da scrivere. Tuttavia, c’è sempre quel sentimento di appagamento e di soddisfazione che dovrebbe esserci in tutti i politici di milizia.

Quali sono secondo lei le priorità di Bellinzona? Cosa cambierebbe del suo comune se ne avesse la facoltà?

A 3 anni dalla nascita del nuovo Comune i vari tasselli stanno prendendo il loro posto nel puzzle. Tuttavia, non si può abbassare la guardia e sperare che tutto si risolva per il meglio. Una priorità consiste in un uguale trattamento verso tutti i 13 quartieri, sia dal punto di vista dei servizi, dell’edificazione, della sicurezza e della mobilità. Sarebbe inoltre opportuno sostenere la promozione economica della Città tramite sinergie con i diversi attori per creare nuovi posti di lavoro per i residenti, siano essi giovani o ultra-cinquantenni.

Un’altra priorità è la mobilità; già molto è stato fatto nell’ambito del trasporto pubblico con una maggiore frequenza su alcune linee, ma l’intero territorio rimane congestionato. Si dovrebbero pertanto creare altre corsie preferenziali e ampliare la rete di piste ciclabili, senza però scoraggiare il traffico privato e creare parcheggi per chi, per motivi indipendenti dalla propria volontà, non ha un accesso diretto al trasporto pubblico.

Se ne avessi la possibilità cercherei di trovare una soluzione definitiva e un inserimento nel mondo del lavoro per le sempre più numerose persone che si trovano in assistenza. Non è certamente facile, ma grazie ad una promozione economica efficiente si dovrebbe poter giungere ad un miglioramento di questa triste situazione.

Mi batterei anche per concedere la naturalizzazione solo a chi merita veramente di diventare cittadino svizzero. Malgrado l’inasprimento dei criteri troppo spesso vedo casi di persone poco integrate, che non conoscono la nostra lingua, che non sono socialmente ed economicamente inserite nella nostra società e nel nostro territorio. L’iniziativa del leghista Nicholas Marioli, approvata recentemente dal Gran Consiglio, che chiedeva il rimborso delle prestazioni assistenziali percepite negli ultimi dieci anni, e non più tre, va nella giusta e auspicata direzione.


Per finire, ci potrebbe dare qualche motivo per cui i bellinzonesi dovrebbero scegliere lei?

I bellinzonesi dovrebbero scegliere me per la lunga e variegata esperienza in politica, oltre ad essere Consigliera comunale uscente, siedo in Gran Consiglio dal 2015 e ho avuto l’opportunità di far parte di diverse commissioni.

Con molta umiltà ritengo di aver imparato molto, anche su temi considerati ostici o poco conosciuti e penso che questo bagaglio di conoscenze possa essere utile per continuare la mia attività politica nel legislativo di Bellinzona. Non da ultimo, gli anni di militanza mi hanno aiutato a capire i meccanismi, le relazioni, i compromessi, l’arte di accettare visioni opposte alla propria che ogni politico dovrebbe possedere.


kc

Guarda anche 

"In Ticino è urgente un blocco delle assunzioni di frontalieri"

Per salvaguardare il mercato del lavoro ticinese è urgente un blocco del rilascio dei permessi per lavoratori frontalieri. Ne è convinta Sabrina Aldi, vicec...
26.08.2021
Ticino

“Se prende un impegno Pablo Bentancur lo mantiene”

BELLINZONA - A 33 anni Patrick Rossini continua a divertirsi. Il calcio è una passione che non muore mai e lui, che ha girovagato nel calcio svizzer...
19.07.2021
Sport

Per Simonetta Sommaruga sulla Legge sul CO2 "è necessario un secondo round"

In un'intervista al "SonntagsBlick", la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha espresso il suo disappunto per il risultato della votazione. Secondo lei...
21.06.2021
Svizzera

Berset evoca la fine di tutte le misure anti-covid da inizio agosto

Un possibile ritorno alla normalità all'inizio di agosto. Questa è la prospettiva che il consigliere federale e direttore del dipartimento della sanit&a...
31.05.2021
Svizzera