Sport, 13 febbraio 2020

Ride e scherza sul coronavirus e sui cinesi: Dele Alli ora rischia grosso

Il giocatore del Tottenham potrebbe essere squalificato dopo aver postato un video che ha fatto infuriare la FA

LONDRA (Gbr) – È il virus del 2020. È il virus che sta mandando in agitazione l’intero mondo, ma c’è chi prende il tutto sul ridere, facendo infuriare un po’ tutti, compresa la FA che sarebbe pronto a multarlo e squalificarlo: stiamo parlando di Dele Alli.

Il giocatore del Tottenham ha postato un video su Snapchat in cui lo si vede indossare una mascherina nella sala di attesa di un aeroporto, per poi spostare la telecamera e inquadrare un uomo di aspetto asiatico, per poi ingrandire una bottiglia di disinfettante per le mani.

La Football Association, che in
Cina e in Asia vende alla grande i suoi diritti, ha già contattato Alli per chiedere spiegazioni del video in questione.

“Ho deluso me stesso e il mio club”, ha detto il 23enne che ha anche cancellato il video, prima di pubblicarne un altro per scusarsi. “Non è stato divertente, me ne sono reso conto. Non è qualcosa di cui si può scherzare. Mando tutti i miei pensieri, l’affetto e le preghiere al popolo della Cina”.

Il primo passo il giocatore del Tottenham l’ha fatto, ora ci sarà da capire se la severissima FA lo squalificherà o meno.

Guarda anche 

Quei pedoni irresponsabili che attraversano i binari

*Lettera firmata dal Mattino della Domenica Non è certamente un problema nuovo. Anzi. È piuttosto datato, e malgrado gli avvertimenti e le seg...
26.07.2021
Ticino

Coronavirus in Svizzera, il bollettino odierno

In Svizzera, nelle ultime 72 ore, sono stati registrati 1'746 nuovi contagi da coronavirus. Un dato – fa sapere l'Ufficio federale della sanità pubbl...
26.07.2021
Svizzera

La situazione Covid in Ticino: 76 casi e nessun decesso nel weekend

76 nuovi casi in tre giorni, ovvero durante il fine settimana, il che significa una media di 25 casi al giorno. Sono questi i dati relativi al Covid nel fine settimana in...
26.07.2021
Ticino

Vaccino del personale curante: lo scaricabarile cantonale

Da tempo si dibatte se imporre o meno al personale curante, che lavora a contatto con persone fragili, di vaccinarsi contro il covid. Nelle scorse settimane o mesi, alcun...
25.07.2021
Ticino