Sport, 11 febbraio 2020

McIntyre elogia il Lugano: “Un derby di passione e voglia. I playoff? Ora la classifica non è così male…”

L’attaccante bianconero ha analizzato il derby vinto questa sera contro l’Ambrì col risultato di 5-1. Viste le sconfitte di Berna e Langnau, il cammino verso la post season che conta si fa un po’ più in discesa

LUGANO – Per lo spettacolo e il grande hockey… “prego, ripassare”. Ma alla fine dei conti, poco importa al Lugano che questa sera ha fatto suo il quinto derby stagione. Un derby dal valore inestimabile, un derby fa vincere a tutti i costi per continuare quella corsa verso il traguardo chiamato playoff. Non è stata una partita spettacolare quella andata in scena alla Cornér Arena, come detto,, ma contava vincere e il Lugano lo ha fatto in modo netto stando al tabellino: il 5-1 conclusivo, con tanto di rete annullata, ammette poche repliche.

“Abbiamo giocato con passione, con voglia e forza – ha esordito David McIntyre – Arrivavamo dalla sconfitta immeritata di Bienne, dove avevamo giocato molto bene, sull’onda dell’entusiasmo del successo colto contro il Davos. Questa sera abbiamo sfruttato le opportunità”.

Soprattutto nel terzo periodo, l’Ambrì nei primi 10’ ha saputo mettervi in difficoltà. Ha spesso tenuto il disco, ma siete stati in grado di lavorare e di resistere da squadra…
Loro hanno avuto il disco, ma in realtà hanno avuto poche occasioni. L’analisi fatta è corretta, perché abbiamo bloccato tantissimi tiri e Schlegel è stato perfetto. Siamo stati calmi, nessuno è andato nel panico e questo sicuramente ci ha aiutato.

Non è stato un derby spumeggiante dal punto di vista estetico, ma è stato piuttosto tattico. I punti in palio pesavano molto…
È stato il derby che noi in effetti ci aspettavamo. Duro, fisico, tattico, cambio dopo cambio, check dopo check. È stato anche equilibrato, l’Ambrì ha giocato bene, ma siamo stati bravi a non prendere troppe penalità e a gestire quelle incassate.

La classifica ora recita: Lugano 64 punti, Friborgo 58 con 2 partite in meno, Berna e Langnau 57 con 1 partita in meno… Cosa significa?
Ora la classifica inizia a essere davvero bella, interessante, ma non dobbiamo farci condizionare. Noi abbiamo chiaro il nostro obiettivo:giocare partita per partita, come stiamo facendo. Dobbiamo vincere la prossima, dobbiamo continuare a schiacciare sull’acceleratore senza mai mollare, senza dire: “Ah la classifica è bella”. Dobbiamo continuare così.

Guarda anche 

1'000 spettatori sulle tribune: siamo alla resa dei conti?

BERNA – In un clima sempre più del terrore, fatto di numeri (a volte non esattamente chiari), di futuro incerto e di un presente non limpido, la decisione pr...
19.10.2020
Sport

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino