Sport, 10 febbraio 2020

Yule, Murisier, Meillard: tutti insieme, appassionatamente, a criticare la FIS

Nonostante la vittoria nel parallelo di Chamonix, gli atleti svizzeri hanno sottolineato l’inadeguatezza di questa disciplina

CHAMONIX (Francia) – Non c’è solo la Combinata a far storcere il naso ad appassionati, tifosi e protagonisti del circo bianco, ma anche il Parallelo. Una gara che non piace agli sciatori, che spesso è teatro di brutti incidenti, esattamente come successo ieri a Chamonix, e che è finita apertamente nell’occhio della critica degli atleti stessi. Se Pinturault, dopo la gara di ieri, tramite Twitter ha fatto capire il suo malcontento – “Sono arrabbiato, mi sento preso in giro, noi atleti siamo considerati pedine per lo spettacolo e non degli atleti” – gli sciatori svizzeri non sono stati da meno.

E questo nonostante la vittoria ottenuta ieri da Meillard davanti a Tumler. Justin Murisier, infatti, tramite Instagram non le ha mandate a dire: “Non mi sono qualificato per il gigante parallelo di Chamonix. È strano dirlo, ma sono contento perché sono ancora tutto intero. È questo il futuro del nostro sport?”. Queste le parole da lui usate che hanno scatenato anche la reazione di Meillard che si è detto “d’accordo” e del vincitore di Kitzbuhel, Daniel Yule, che ieri è caduto assieme a Clément Noël durante le qualificazioni.

Guarda anche 

"Lugano è diventata troppo Italian style"

Oggi a presentarsi è Flavio Pesciallo, candidato uscente per il Consiglio comunale di Lugano che il prossimo 5 aprile cercherà di mantenere il suo posto nel...
27.02.2020
Ticino

Gli svizzeri si sposano di meno e fanno meno figli, mentre aumentano i decessi

Sono sempre di meno le nascite in Svizzera, mentre diminuiscono i matrimoni e aumentano i decessi e i divorzi. Le nascite sono diminuite del 4,4% nel 2019 pari a 83'9...
24.02.2020
Svizzera

Il braccio ha fatto crack: la Goggia è pronta a ripartire

GARMISCH (Germania) – Una curva presa troppo stretta, una scivolata repentina, lo scontro contro una porta e la frattura del radio del braccio: la stagione di Sofia...
10.02.2020
Sport

Cade dalla bicicletta e si ritrova in carcere

In carcere per essere caduti dalla propria bicicletta, senza aver ferito nessuno né causato alcun danno. È successo a Siggi Suhr, 66enne tedesco, che si &eg...
27.01.2020
Svizzera