Ticino, 07 febbraio 2020

Caso Cadei, da oggi stop all'helpline. Un migliaio le chiamate

La Polizia cantonale comunica che nel corso della giornata odierna cesserà di essere attiva, come da programma, la apposita helpline istituita in collaborazione con la Sezione della circolazione all'indomani delle perquisizioni effettuate nelle filiali del Gruppo Cadei (cfr. il comunicato stampa del 29.01.2020).

Complessivamente, dal momento della sua messa in funzione, sono state circa 1'000 le telefonate giunte ai diversi operatori. Durante i prossimi giorni vi sarà ancora la possibilità di segnalare casi puntuali.

Coloro che ritengono di essere stati danneggiati possono contattare il numero 0848 25 55 55, evitando di far capo, per questa specifica fattispecie, al 117 (riservato alle urgenze), al centralino del Ministero pubblico o al contact center della Sezione della circolazione. 

Guarda anche 

Gobbi: "Non sta passando il messaggio di non venire in Ticino"

“Il messaggio di non venire in Ticino non sta passando”. Lo ha affermato il Consigliere di Stato Norman Gobbi ai microfoni di Radio 3i ammonendo i Confederati...
06.04.2020
Ticino

Coronavirus, in Ticino dimessi altri 10 pazienti in 24 ore

Lo Stato Maggiore Cantonale di Condotta (SMCC) e l'Ufficio del Medico cantonale comunicano che in Ticino, nelle ultime ventiquattro ore, sono stati registrati 12...
06.04.2020
Ticino

Bodio, a velocità folle sull'A2: denunciato un 20enne

La Polizia cantonale comunica che nell'ambito di un controllo della velocità effettuato, ieri verso le 16:20, sull'autostrada A2, in territorio di Bodio, &...
06.04.2020
Ticino

Scuole chiuse, il DECS fa chiarezza: "Anno e calendario sono validi"

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) ha inviato oggi a tutti gli istituti scolastici delle direttive sulla conclusione dell’...
06.04.2020
Ticino