Mondo, 06 febbraio 2020

Germania, la sinistra perde le elezioni e la Merkel si arrabbia con il suo partito che non l'ha sostenuta

Ha provocato un vero e proprio sisma politico le elezioni del presidente regionale del Land della Turingia, in Germania. Il candidato del partito liberale FDP, Thomas Kemmerich, è stato infatti eletto a sorpresa al posto del candidato del partito di sinistra “Die Linke”, Bodo Ramelow . Fin qui nessun problema, se non fosse che parte dei ricevuti da Kemmerich provenivano dai ranghi dell'AfD, giovane partito anti-immigrazione e euroscettico che negli scorsi, complice anche la permissiva politica migratoria del governo tedesco, ha avuto una crescita notevole, specie nell'est del paese.

Partito di opposizione ferocemente opposto alla cancelliera Merkel e ai suoi alleati di sinistra, le forze politiche “tradizionali” hanno, come successo o succede in altri partiti, cercato di arginare l'avanzata del nuovo partito di destra demonizzandone le posizioni e gli esponenti, arrivando anche a fare paragoni con il nazismo. Di fatto, almeno fino a ieri, in Germania collaborare con AfD era un tabù per gli altri partiti.

Lo scalpore creato è così alto che perfino dei membri di FDP hanno chiesto al loro compagno di partito di dimettersi e che “accettare” voti da AfD sarebbe “inaccettabile”. E oggi a dire la sua è la cancelliera Angela Merkel, che dal Sudafrica, ha giudicato “imperdonabile” la collaborazione tra il suo partito e AfD.

"Bisogna dire che si tratta di un atto imperdonabile e che pertanto il risultato (di queste elezioni) deve essere annullato", ha dichiarato la cancelliera tedesca.

"Stiamo parlando di nuove elezioni, è un'opzione", ha continuato. "Tutto deve essere fatto ora per chiarire che ciò in cui crede la CDU" non può essere associato all'estrema destra, ha aggiunto il Cancelliere.

Fra le innumerevoli reazioni stizzite, da sinistra ma anche da esponenti della destra moderata, che per lo più evocano un ritorno alla Germania nazista, quella più originale e rappresentativa è quasi sicuramente quella di Susanne Hennig, membro del parlamento regionale della Turingia del partito “Die Linke”, la quale per “complimentarsi” con Zemmerich per la sua elezione ha gettato a terra il mazzo di fiori che doveva consegnare al neo-eletto. Il video dalla scena, che ha fatto il giro della Germania ieri, lo potete trovare qui sotto.

Guarda anche 

Materiale sanitario destinato alla Svizzera sempre bloccato in Francia e Germania (nonostante l'intervento dell'UE)

Del materiale sanitario di protezione destinati alla Svizzera sono sempre bloccate in Francia e Germania e questo nonostante l'istruzione impartita dall'UE di non...
26.03.2020
Svizzera

La CDU di Angela Merkel sempre più in crisi

Si aggrava la crisi all'interno della CDU di Angela Merkel, complicando ulteriormente la delicata fase della fine dell'era Merkel. Una nuova polemica è ...
23.02.2020
Mondo

Germania, l'erede di Angela Merkel lascia dopo il “caso Turingia”

La succesore designata di Angela Merkel, Annegret Kramp-Karrenbauer (conosciuta anche con l'acronimo Akk, accanto a Merkel nella foto ), ha deciso di non candidarsi a...
10.02.2020
Mondo

In Germania è allarme antisemitismo, "gli ebrei se ne andranno in massa se non facciamo qualcosa"

Gli ebrei lasceranno la Germania "in modo massiccio" se non si fa nulla per combattere la rinascita dell'antisemitismo, ha avvertito domenica il ministro de...
28.01.2020
Mondo