Sport, 06 febbraio 2020

Punti, playoff e playout: in arrivo un derby col brivido

Martedì alla Cornér Arena Lugano e Ambrì si giocano tanto, tantissimo in vista della post season

LUGANO – La situazione stagionale dice 3-1 Ambrì per quanto concerne i derby vinti. La classifica, invece, parla in maniera diversa: Lugano sesto con 61 punti in 43 partite, Ambrì decimo con 55 punti in 43 partite. Ne mancano 7, quindi, per le due ticinesi per concludere la regular season e, visto il distacco dei bianconeri dal Berna nono (+5 con una partita in più disputata) e dei leventinesi dal Langnau ottavo (-2 con un match in più già giocato), possiamo capire che tutto è ancora aperto.

Certo, l’Ambrì avrebbe bisogno di inanellare una serie importante di successi, sperando che le altre – compreso il Friborgo 11° con 53 punti in 40 partite – perdano qualche punticino qui e là. Una serie di vittorie, un piccolo miracolo che si potrebbe iniziare a concretizzare già martedì quando i ragazzi di Cereda scenderanno in pista alla Cornér Arena per il quinto derby stagionale. Vincerlo, magari ottenendo i 3 punti, potrebbe davvero cambiare tutto per quanto concerne le parti calde intorno alla fatidica linea: potrebbe rilanciare le ambizioni dei leventinesi e creare nuovamente dubbi nella testa dei bianconeri.

Ma il Lugano, c’è da giurarci, non starà certo a guardare. La sconfitta incamerata a Bienne a 1’ dalla fine, dopo la seconda super rimonta tentata nel breve arco di 24h, brucia, fa male e dà fastidio. Klasen e compagni di conseguenza non si tireranno indietro, anzi tenteranno di seguire quella strada che da inizio gennaio li ha condotti da una situazione praticamente disperata di classifica a una nettamente migliore, ma non definitiva, non certificata, non solida: vincere il secondo derby stagionale, il primo in casa dopo il KO subìto ai rigori, è un must per i ragazzi di Pelletier. Ribattere colpo su colpo ai tentativi di rimonta di Langnau, Berna, Ambrì e Friorgo è l’obiettivo della truppa sottocenerina.

Mancano ancora 5 giorni, ma saranno 5 giorni tesi, di passione e di attesa che, probabilmente, neanche le sfide amichevoli che la Svizzera giocherà in questi giorni riusciranno a smorzare.

Guarda anche 

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino

Covid: Renzetti è positivo!

LUGANO – Dopo l’HCL, anche il Football Club Lugano deve fare i conti col Covid-19: il presidente Angelo Renzetti è positivo. Dopo un soggiorno di 4 ...
14.10.2020
Sport