Ticino, 16 gennaio 2020

"Italiani sudici terroni", la RSI prende le distanze

La RSI non sembra aver gradito l'esternazione di un suo (passato?) collaboratore, collaboratore che, su un popolare sito web italiano, aveva scritto che per alcuni svizzeri gli italiani sono "sudici terroni" (vedi articoli correlati).

Con una presa di posizione, l'emittente di Comano ha voluto precisare che l'autore dello scritto in questione ha sì collaborato con Rete Uno in passato, in qualità di collaboratore esterno quale consulente e divulgatore scientifico, ma unicamente "a un certo numero di trasmissioni, in modo puntuale e sporadico" e senza essere mai stato assunto come dipendente.

La RSI ritiene quindi la qualifica di "Collaboratore di Rete Uno", cui l'autore si attribuisce, come inesatta e ne ha richiesto la cancellazione. Infine, l'emittente di Comano si distanzia dalle affermazioni del suo collaboratore e ne deplora il contenuto, ritenendo che esse "non sono riconducibili in alcun modo a RSI, a Rete Uno né ad alcuna/o delle sue collaboratrici/suoi collaboratore".

Per completezza pubblichiamo di seguito integralmente
la presa di posizione della RSI :

In merito all’articolo apparso in mattinata sul portale mattinonline.ch intitolato "Per alcuni svizzeri gli italiani sono dei sudici terroni", parola di collaboratore RSI, precisiamo che l’autore delle affermazioni citate non è mai stato e non è un dipendente della nostra Azienda, bensì un collaboratore esterno che ha partecipato, in veste di consulente e divulgatore scientifico, a un certo numero di trasmissioni.

Le sue collaborazioni sono sempre state puntuali e sporadiche: la qualifica che egli si attribuisce nei suoi profili online - “collaboratore di Rete Uno dal 1999” - non corrisponde pertanto al vero.
RSI ha intimato a L.A. l’immediata cancellazione di questa inesattezza dai suoi profili web e social.

Le sue affermazioni ­­­- che la RSI deplora e da cui si distanzia - non sono riconducibili in alcun modo a RSI, a Rete Uno né ad alcuna/o delle sue collaboratrici/suoi collaboratori.

Comunicazione RSI

Guarda anche 

Nel giro di un ora due escursionisti perdono la vita nello stesso luogo

Lunedì si sono verificati due incidenti mortali nelle Alpi appenzellesi. Poco dopo mezzogiorno, una donna tedesca di 66 anni stava percorrendo con il marito un ...
19.07.2022
Svizzera

VIDEO – Parlare in corsivoe: il nuovo fenomeno social

MILANO (Italia) – 19 anni e su TikTok sta spopolando diventando il fenomeno social del momento. Elisa Esposito, grazie ai suoi video nei quali insegna a ‘parl...
27.06.2022
Magazine

Scoperte due specie di delfini che vivevano (anche) in Svizzera

Circa 20 milioni di anni fa, come conseguenza di un riscaldamento del clima, il livello del mare si alzò fino a coprire gran parte dell'attuale Europa. Il t...
18.05.2022
Mondo

Il Feyenoord fa fuori il Marsiglia e pulisce tutto. Poi lascia un messaggio…

MARSIGLIA (Francia) – Spesso siamo abituati a vivere e vedere situazioni davvero sconcertanti sugli spalti degli stadi o nei dintorni degli impianti sportivi. Caric...
09.05.2022
Sport