Ticino, 16 gennaio 2020

"Italiani sudici terroni", la RSI prende le distanze

La RSI non sembra aver gradito l'esternazione di un suo (passato?) collaboratore, collaboratore che, su un popolare sito web italiano, aveva scritto che per alcuni svizzeri gli italiani sono "sudici terroni" (vedi articoli correlati).

Con una presa di posizione, l'emittente di Comano ha voluto precisare che l'autore dello scritto in questione ha sì collaborato con Rete Uno in passato, in qualità di collaboratore esterno quale consulente e divulgatore scientifico, ma unicamente "a un certo numero di trasmissioni, in modo puntuale e sporadico" e senza essere mai stato assunto come dipendente.

La RSI ritiene quindi la qualifica di "Collaboratore di Rete Uno", cui l'autore si attribuisce, come inesatta e ne ha richiesto la cancellazione. Infine, l'emittente di Comano si distanzia dalle affermazioni del suo collaboratore e ne deplora il contenuto, ritenendo che esse "non sono riconducibili in alcun modo a RSI, a Rete Uno né ad alcuna/o delle sue collaboratrici/suoi collaboratore".

Per completezza pubblichiamo di seguito integralmente la presa di posizione della RSI :

In merito all’articolo apparso in mattinata sul portale mattinonline.ch intitolato "Per alcuni svizzeri gli italiani sono dei sudici terroni", parola di collaboratore RSI, precisiamo che l’autore delle affermazioni citate non è mai stato e non è un dipendente della nostra Azienda, bensì un collaboratore esterno che ha partecipato, in veste di consulente e divulgatore scientifico, a un certo numero di trasmissioni.

Le sue collaborazioni sono sempre state puntuali e sporadiche: la qualifica che egli si attribuisce nei suoi profili online - “collaboratore di Rete Uno dal 1999” - non corrisponde pertanto al vero.
RSI ha intimato a L.A. l’immediata cancellazione di questa inesattezza dai suoi profili web e social.

Le sue affermazioni ­­­- che la RSI deplora e da cui si distanzia - non sono riconducibili in alcun modo a RSI, a Rete Uno né ad alcuna/o delle sue collaboratrici/suoi collaboratori.

Comunicazione RSI

Guarda anche 

Economia locale? La RSI promuove la spesa in Italia

Il Mattino lo aveva annunciato già due settimane fa. E lo ha ripetuto la scorsa domenica. Sabato sera (27 giugno) sono in effetti giunte le prime segnalazioni. Tra...
06.07.2020
Ticino

RSI - Ritorno al futuro, che figuraccia

Ritorno al futuro, i protagonisti del lockdown, che figura! Non ho capito ancora se la trasmissione di sabato sera era un elogio alla ritirata di Maurizio Canetta o si pi...
07.06.2020
Opinioni

Dopo cinque anni di sentenze e ricorsi non può ancora essere espulso

Chi la dura la vince. Al suo terzo ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF) un cittadino iraniano, patrocinato dall’avvocato Immacolata Iglio Rezzonico, &...
08.05.2020
Svizzera

La CORSI chiede alla RSI di rinunciare all'accordo con il governo

L’accordo siglato tra Consiglio di Stato e RSI per il prestito di alcuni giornalisti durante situazioni di crisi, accordo che durante questo periodo di pandemia si ...
07.05.2020
Ticino