Mondo, 07 gennaio 2020

Australia, oltre 180 arresti per gli incendi

La polizia australiana, riferisce l'ANSA, ha fatto sapere di avere arrestato oltre 180 persone sospettate di avere appiccato incendi nel Nuovo Galles del Sud, tre solo nell'ultimo fine settimana, mentre proseguono i devastanti roghi nonostante le piogge degli ultimi giorni in alcune aree del Paese. Lo riporta la stampa australiana.

Oltre 7 milioni di ettari di boschi sono bruciati da settembre ad oggi, e nella maggior parte dei casi si è trattato, secondo le autorità, di incendi provocati dall'uomo.

Tra i fermati, anche 40 minorenni, che saranno giudicati dai tribunali nei prossimi mesi. In tutto sono stati contestati a 183 persone 205 reati connessi agli incendi boschivi; 24 di questi sono accusati di incendio doloso e rischiano una pena massima fino a 21 anni di reclusione.

Guarda anche 

Trump firma un gigantesco piano di rilancio economico di 2000 miliardi di dollari

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato venerdì il pacchetto di rilancio approvato dal Congresso per sostenere l'economia asfissiata dalla pand...
28.03.2020
Mondo

Boris Johnson positivo al coronavirus

Il premier britannico Boris Johnson è risultato positivo al test per il coronavirus. Lo ha reso noto Downing Street, precisando che Johnson si trova in auto-isolam...
27.03.2020
Mondo

Verso una nuova era dei nazionalismi?

Donald Trump ha scritto che “questo”, ossia la pandemia dovuta al Covid-19, è il motivo per cui gli Stati Uniti necessitano di “confini...
27.03.2020
Mondo

In Kosovo alla pandemia si aggiunge la crisi politica, deposto il primo ministro

Il primo ministro del Kosovo Albin Kurti (nella foto) è stato rimosso dal suo incarico da una mozione di censura presentata dal suo partner di coalizione, la Lega ...
27.03.2020
Mondo