Mondo, 06 gennaio 2020

In strada con il coltello al grido di "Allah akbar", la polizia gli spara

Un estremista islamico armato di coltello è stato ferito domenica a Metz, in Francia, secondo quanto riferiscono i media francesi. L'uomo camminava per la strada, arma in vista, urlando minacce verso i passanti e scandendo "Allah akbar".

"È ferito ma la sua vita non è in pericolo", ha detto una fonte della polizia, aggiungendo che la squadra di polizia giunta sul luogo è stata "minacciata" al suo arrivo ​​ed è stato necessario l'utilizzo delle armi per neutralizzare l'estremista.

Secondo quanto riferito l'uomo, nato nel 1989, "è noto per la sua radicalizzazione e i suoi disturbi della personalità", ha spiegato all'AFP il pubblico ministero di Metz, Christian Mercuri, aggiungendo che la procura di Metz "ha preso contatto con la procura antiterroristica (a Parigi) per valutare il caso". L'uomo "è stato posto sotto custodia della polizia in un ambiente ospedaliero", ha affermato il procuratore. Nessun altro è rimasto ferito nell'incidente.

Questo arresto arriva due giorni dopo un attacco a Villejuif, nella regione di Parigi: un uomo di 22 anni, convertito all'Islam e affetto da disturbi psichiatrici, ha ucciso un uomo e ferito due donne con un coltello, gridando " Allah Akbar ”, prima di essere abattuto dalla polizia.  

Guarda anche 

Insegnante decapitato in Francia, 14 arresti fra cui dei giovanissimi pagati per riconoscerlo

Il genitore di uno studente dell'insegnante decapitato a Parigi e l'islamista Abdelhakim Sefrioui, vicino a Hamas, sono stati incriminato mercoledì per &qu...
22.10.2020
Mondo

"I terroristi devono poter essere espulsi, se no Svizzera fuori dalla CEDU"

I terroristi devono sempre poter essere espulsi, indipendentemente dagli accordi e dalle convenzioni firmate dalla Svizzera. È quanto chiede, in sostanza, il Co...
19.10.2020
Svizzera

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo

Una svizzera uccisa da un gruppo islamico in Mali

Una cittadina svizzera rapita quattro anni fa in Mali è stata uccisa dai suoi rapitori, un gruppo islamico vicino a Al Qaida. Il Dipartimento federale degli affari...
10.10.2020
Svizzera