Svizzera, 29 dicembre 2019

"Speriamo di rivedervi numerosi", gli auguri-gaffe dell'Ufficio di collocamento

Dopo aver scritto gli auguri di fine anno, l'Ufficio cantonale del lavoro del canton Ginevra avrebbe dovuto pensarci due volte prima di pubblicarli. In effetti, i servizi, il cui compito è anche e soprattutto quello di trovare un impiego ai disoccupati, ha augurato agli utenti della piattaforma LinkedIn "di trovarvi sempre più numerosi nel 2020". L'errore è stato rapidamente corretto, ma non abbastanza in fretta da non essere notato da diversi utenti che hanno poi segnalato il messaggio all'account Instagram "Suisse Romande Libre", che lo ha ripubblicato in un immagine scherzosa diventata molto popolare. "Gli ospedali e le pompe funebri fanno gli stessi auguri?" è il testo che accompagna l'immagine dei poco felici auguri dell'ufficio cantonale.

I funzionari da parte loro si difendono dall'accusa di scarsa sensibilità e sostengono che il messaggio era indirizzato ai dipendenti e non agli utenti. "La pagina LinkedIn dell'ufficio cantonale del lavoro è in realtà destinata agli specialisti delle risorse umane che collaborano con essa e non alle persone in cerca di lavoro", ha affermato Laurent Paoliello, portavoce del dipartimento del lavoro. Ciò è stato immediatamente corretto ma troppo tardi perché non fosse notato."

Guarda anche 

2000 franchi per un piccolo appartamento, locatrice in manette per affitti esorbitanti a migranti clandestini

Faceva pagare 2000 franchi di affitto mensile per un piccolo appartamento, il cui prezzo ufficiale non dovrebbe superare i 1130 franchi al mese. Una proprietaria di immob...
26.10.2020
Svizzera

La curiosa gaffe di Joe Biden: "Abbiamo creato la più grande organizzazione di frode elettorale della storia"

Il candidato democratico alla presidenza americana Joe Biden ha detto che il suo team ha creato "la più vasta e inclusiva organizzazione di frode elettorale n...
26.10.2020
Mondo

Fatturava milioni quando era in vacanza o in malattia, medico condannato e espulso per truffa alle casse malati

Il Tribunale penale dell'Est vaudois ha condannato lunedì un medico francese di origine siriana residente a Vevey (Vaud) a tre anni di carcere, la metà ...
01.09.2020
Svizzera

“Ho visto Schumi e spero che tutti possano vederlo presto”

GLAND – Si rompe di colpo il silenzio sulle condizioni di Michael Schumacher, da sempre protetto dalla famiglia e dagli amici più stretti, dopo il terribile ...
19.07.2020
Sport