Sport, 18 novembre 2019

Vicky Mantegazza ci mette la faccia: “Tifosi scusate, ma ci vuole pazienza”

La presidente del Lugano ha parlato ai sostenitori bianconeri tramite un post su Facebook

LUGANO – Non è un momento facile per l’HC Lugano, reduce non solo da 5 sconfitte consecutive, ma anche da una serie di prestazioni in calo. L’hockey bello e divertente di inizio stagione ha lasciato spazio a un gioco che produce poco e concretizza ancora meno.

Di conseguenza i primi mugugni alla Cornér Arena sono iniziati i primi mugugni, fino ad arrivare a quei primi fischi che si sono fatti sentire sabato sera dopo la sconfitta casalinga, l’ennesima, contro il Langnau.

La presidente del Lugano, Vicky Mantegazza, ha così deciso di parlare direttamente con i tifosi bianconeri tramite un post pubblicato su Facebook, in cui chiede scusa ai sostenitori e nel frattempo anche pazienza, in questo che è e che resta un campionato di ricostruzione.

“Cari tifosi bianconeri

Ho deciso di usare questo canale per chiedervi scusa per le ultime prestazioni della squadra che amiamo.

Da inizio stagione abbiamo detto in tutta trasparenza che questa sarebbe stata una stagione difficile e di ricostruzione. Una stagione che avrebbe richiesto pazienza e tranquillità. Una stagione necessaria per crescere.

Vi chiediamo sostegno e di non metterci ulteriore pressione, che non serve e non aiuta. Credetemi, siamo i primi a non essere soddisfatti degli attuali risultati e del rendimento, ma dobbiamo rimanere uniti e uscirne tutti insieme, come una grande squadra. Sì, perché la squadra siete anche voi. Voi ne siete il cuore e l’ossigeno. Siete voi a darci la spinta maggiore. Noi siamo i polmoni, capaci di esplodere ad ogni cambio.

Lugano ha nel suo DNA il dover sempre vincere, ma non è più così. L‘hockey svizzero ha raggiunto un equilibrio totale nel massimo campionato. Può piacere o non piacere, ma è così. Negli ultimi 5 anni abbiamo giocato due finali, non le abbiamo vinte… è vero, ma le abbiamo pur sempre giocate. A dimostrazione di quanto questo traguardo sia difficile, ci sono squadre dal budget molto più importante di noi, che da anni non giocano una finale. Non cerco scuse, ma guardo alla realtà.

Vogliamo tornare a regalarvi emozioni e soddisfazioni, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro sostegno, nel vero segno del non mollare mai.

Grazie di cuore e Forza Lugano!”.

Guarda anche 

Tredicesima AVS: a Lugano avrebbe potuto essere realtà dal 2009

Sono passati quasi 11 anni dal 10 febbraio 2009. Quella sera, dopo oltre tre ore di dibattito, il triciclo PLR-PPD-PSS in Consiglio comunale di Lugano affossò il M...
25.01.2020
Opinioni

Tu chiamale follie da calendario: in LNA una classifica che non rispecchia la realtà

LUGANO – 55 punti in 40 partite, 6° posto in campionato: se il bottino ottenuto fin qui in campionato dal Lugano non è certo da montarsi la testa, la pos...
23.01.2020
Sport

“A Lugano ho fatto degli errori… Il ballo e la cucina: dopo l’esonero ero carico”: Celestini parla del suo addio

LUCERNA – La scorsa primavera era l’allenatore che per la seconda volta in tre anni aveva riportato il Lugano in Europa League, pochi mesi dopo Fabio Celestin...
23.01.2020
Sport

Una nuova agenda congiunta della Città e di Lugano Region per la promozione degli eventi

LUGANO- È stata presentata oggi in una conferenza stampa a Villa Ciani la nuova agenda degli appuntamenti di Lugano e del Luganese. Frutto del lavoro congiunto ...
21.01.2020
Ticino