Sport, 15 novembre 2019

“Il futuro di Klasen? Si chiarirà tutto dopo i playoff”

Hnat Domenichelli ha fatto il punto sull’avvio di stagione del Lugano, toccando anche il tema del rinnovo che tarda ad arrivare dello svedese: “Il mercato è anche questo”

LUGANO – 19 partite disputate in campionato e un obiettivo prefissato a inizio stagione da inseguire: il Lugano sta continuando il suo cammino all’interno di quella che sarà, gioco forza, una stagione di rinascita e di ricostruzione dopo i quarti di finale dell’anno scorso e gli avvicendamenti in panchina, in dirigenza e sul ghiaccio. Lo sa bene Hnat Domenichelli che, da DS dei bianconeri, ha fotografato quest’avvio di regular season: “Ancora una volta il campionato si sta rivelando molto combattuto, con una classifica molto stretta, dove tutti possono battere chiunque e perdere contro qualsiasi squadra. Non è una frase fatta, tanto è vero che anche noi non scappiamo da questa regola… siamo in stati in grado di vincere con Zugo, Zurigo e Ambrì, ad esempio, ma contro di loro abbiamo anche perso”.

Non ci si può mai distrarre insomma…
Esattamente così. Noi dobbiamo solo pensare a noi stessi, non siamo neanche a metà campionato e dobbiamo farci trovare pronti a ogni partita. Ci siamo prefissati un obiettivo, lo abbiamo dato allo staff tecnico (essere tra le prime sei a fine regular season, ndr) e stiamo andando verso quella direzione, stiamo seguendo il nostro cammino.

Un cammino contraddistinto anche da qualche inciampo fragoroso fin qui… il KO di Zurigo ha fatto rumore…
Chiaramente vogliamo che una sconfitta e una prestazione del genere non avvengano più, non vogliamo più rivederle, ma sono cose che succedono un po’ a tutte le squadre. Quelle partite “no”, quelle serate in cui proprio non ci sei sull’arco di una stagione così lunga purtroppo possono accadere.

/> Da DS sei stato molto impegnato: hai dovuto affrontare la partenza di Lapierre, l’arrivo e l’addio di Spooner, seguito poi da Ohtamaa e l’arrivo di Postma. Insomma: non ti sei annoiato…
In effetti sono stati mesi impegnativi ma anche interessanti. Questo è il mio ruolo e mi sono reso conto davvero di quanto sia movimentato.

A disco fermo, avresti fatto qualche scelta diversa?
Dobbiamo tenere conto che ci sono due tipi di mercato: quello degli svizzeri e quello degli stranieri. I primi, una volta che li hai in rosa, sai che quasi sicuramente finiranno la stagione con te. Con gli altri… i cambiamenti possono avvenire repentinamente ed è quello che è successo a noi.

A proposito di stranieri, la domanda è d’obbligo: qual è la situazione di Klasen e del suo rinnovo?
Linus è a scadenza lo sappiamo e ho bisogno di tempo per valutarlo, è ancora troppo presto per prendere una decisione. Ci vorrà del tempo.

Possiamo dire che entro Natale la telenovela relativa al suo rinnovo potrebbe finire?
Io direi di no, potrebbe finire a fine playoff.

A fine stagione dunque. Non potrebbe essere troppo tardi? Interpretando queste parole sembrerebbe che non gli abbiate presentato nessun’offerta di rinnovo…
Preferisco non parlare ora di queste cose, aspettiamo e vediamo.

È chiaro però che se Linus dovesse ricevere offerte da altre squadre, in questo caso, potrebbe non voler aspettare fino a fine stagione…
Il mercato è anche questo. Ma ripeto, meglio non parlarne ora.

Guarda anche 

I derby di basket Anni 70? Sembrano racconti fiabeschi

LUGANO - Per i nostalgici del basket che fu, ricordare i favolosi Anni Settanta e Ottanta del secolo scorso è pura sofferenza perché l’ambie...
17.05.2021
Sport

Una Svizzera ambiziosa. Obiettivo? Salire sul podio

RIGA (Lettonia) - “Sono ottimista per natura: ho grande fiducia nei nostri giocatori. Di sicuro faremo il possibile per inserirci fra i migliori al mondo&rdq...
17.05.2021
Sport

“Le analisi del presidente? Impulsive ma molto lucide”

LUGANO - Paolo Ortelli, tifoso FC Lugano e di lunga data (nonché presidente del club di sostegno) analizza il difficile momento della squadra bianconera ...
17.05.2021
Sport

Il Lugano torna a vincere e il Sion vede la Challenge

LUGANO - Quattro sconfitte consecutive (oltretutto senza reti) potevano bastare. Il Lugano, ridisegnato ieri sera da Mister Jacobacci, sconfigge ...
16.05.2021
Sport