Sport, 14 novembre 2019

Asprilla da paura: “Un narcos mi ha chiesto l’autorizzazione per uccidere Chilavert”

L’episodio risale al 1997 quando l’attaccante ebbe uno screzio in campo col portiere del Paraguay

MEDELLIN (Colombia) – Non ha avuto certo una vita noiosa Faustino Asprilla, storico attaccante della Colombia degli anni ’90 che ha vestito anche la maglia del Parma in Serie A.

L’ultimo dei tanti episodi particolari della sua vita è emerso all’interno del documentario “Faustino il Grande”, trasmesso da Telepacifico. Dopo uno screzio avuto in campo con l’allora portiere del Paraguay Chilavert – proprio il portiere goleador, dedito a calciare i rigori e le punizioni – durante una partita di qualificazione del 1997 per i Mondiali francesi, Asprilla venne contattato da un sicario.

Asprilla e Chilavert in quell’occasione vennero espulsi nel finale di gara. In tanti si arrabbiarono e qualcuno ebbe la idea folle di ammazzare il portiere. L’idea venne al trafficante noto con lo pseudonimo di Julio Fierro, che lo raggiunse in albergo e non girò intorno al motivo dell’incontro: “Abbiamo bisogno della tua autorizzazione per uccidere Chilavert”.

Asprilla, ha raccontato, salvò la vita al suo avversario in modo schietto: “Sei pazzo, nel calcio ciò che accade in campo resta in campo”.

Guarda anche 

Tante parole ma pochi fatti: il Lugano resta a Renzetti?

LUGANO – La data fatidica si avvicina, lunedì stando alle parole rilasciate da Angelo Renzetti al “CdT”, ma nulla di nuovo sembra muoversi dalle ...
13.12.2019
Sport

La beffa finale arriva al 94’: ciao ciao Europa League

KYEV (Ucraina) – Alla fine è terminata con un altro pareggio, con un altro piccolo punticino per il Lugano la campagna europea dell’Europa League 2019/...
13.12.2019
Sport

Behrami si confida: “Il cuore per la Svizzera, ma all’Europeo spero nell’Italia”

UDINE (Italia) – Mai banale in campo così come fuori: Valon Behrami, in attesa di trovare una nuova squadra da cui ripartire (in Serie B sono diverse le form...
12.12.2019
Sport

Allo stadio col coltello: in Italia ci è quasi scappato il morto

BOLOGNA (Italia) – Rischiare la vita per una partita di calcio. Rischiare la vita per un pantaloncino lanciato ai propri tifosi da un giocatore. Sembra folle raccon...
10.12.2019
Sport