Svizzera, 31 ottobre 2019

Passi avanti per il rincaro del carburante

Il prezzo della benzina dovrebbe aumentare di 10 centesimi al litro entro il 2024 e di 12 centesimi entro il 2025. La commissione per l'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio nazionale si allinea così a una misura decisa dal Consiglio degli Stati per compensare le emissioni di CO2 nel campo della trasporti.

Il requisito secondo cui gli importatori di carburanti compensano una parte delle emissioni di CO2 è una misura essenziale della legge, ha affermato la Commissione in una nota rilasciata martedì. Essa vuole che almeno il 20% delle emissioni sia compensato in Svizzera entro il 2025. Una minoranza vuole andare oltre e portare la quota ad almeno il 20% dal 2023 e almeno al 25% dal 2027. Un'altra minoranza propone invece un limite del 15%.

La maggioranza della Commissione
sostiene il rincaro di carburante stabiliti dal Consiglio degli Stati a 10 e 12 centesimi ma una minoranza, tuttavia, desidera limitarla a 8 centesimi, mentre un'altra chiede che la quota da compensare in Svizzera venga ridotta non appena viene raggiunto l'importo massimo dell'aumento.

Questa misura fa parte della legge sul CO2, che dovrebbe fare in modo che la Svizzera raggiunga gli obbiettivi dell'Accordo di Parigi, che impongono che le emissioni di gas a effetto serra tornino a quelli del 1990. Attualmente la legge è in revisione e la commissione deve ancora esaminare in dettaglio misure quali il riscaldamento degli edifici, la tassa sui biglietti aerei, l'inquinamento massimo dei veicoli e ha inoltre chiesto chiarimenti all'amministrazione pubblica su possibili prescrizioni applicabili ai camion.

Guarda anche 

"L'Italia convoca l'ambasciatrice svizzera per i confini chiusi. E noi?"

Le limitazioni al confine tra la Svizzera e l'Italia per i controlli degli spostamenti tra i due paesi saranno al centro di un incontro tra l'ambasciatrice della ...
05.05.2020
Svizzera

La CEDU condanna la Svizzera, ma per il Tribunale federale la sentenza è "incomprensibile"

La Svizzera non dispone di una base giuridica sufficiente per incarcerare una persona condannata a seguire una misura terapeutica. La Corte europea dei diritti dell'u...
20.04.2020
Svizzera

Riapertura dei valichi, "abbiamo calato le braghe"

La decisione dell'Amministrazione federale delle dogane di riaprire, seppur parzialmente, alcuni valichi doganali sarebbe stata dettata da pressioni dell'Italia s...
16.04.2020
Ticino

"Dall'inizio della pandemia i divorzi sono aumentati del 25%"

Sono già diverse settimane che le misure per contrastare la pandemia di Coronavirus sono in vigore e la popolazione è invitata a stare a casa. Ma che effett...
13.04.2020
Svizzera