Ticino, 25 settembre 2019

Bignasca: "Così non si può andare avanti. È ora di cambiare marcia"

LUGANO – "Sono seriamente preoccupato per il futuro di questo paese". Inizia così un breve post Facebook pubblicato questa mattina dal deputato leghista Boris Bignasca.

"Non possiamo – scrive –  andare avanti con gli aumenti di cassa malati, con la libera circolazione e la sostituzione dei residenti, con i controlli radar studiati per mettere le mani nelle tasche della gente".

E ancora: "Non possiamo continuare con controlli nelle piccole medie imprese, "modello Venezuela". Non possiamo andare avanti senza gli investimenti in infrastrutture strategiche. Non possiamo andare avanti così".

Secondo Bignasca, "è ora di cambiare marcia, altrimenti andiamo verso il baratro". "È un discorso – conclude – che vale per tutti, per tutti i partiti, i sindacati, lavoratori, le imprese...siamo tutti coinvolti".

Guarda anche 

'Cartellino rosso' per Locarno e Semine: arbitri in "protesta" fino al 10 ottobre

Gli arbitri non ci stanno e alzano la voce. Fino al prossimo 10 ottobre, Locarno e Semine non disporranno di arbitri a disposizione per le partite. La decisione &ndash...
20.09.2021
Ticino

Legittima difesa: dalla parte delle vittime

Il prossimo 26 settembre i cittadini dovranno votare, per la seconda volta, sull’iniziativa popolare «Le vittime di un’aggressione non devono pagare i c...
19.09.2021
Ticino

Di notte, con la musica e senza rispetto: rave illegale a Villa Saroli

Il Comando della Polizia città di Lugano comunica che la notte del 17 settembre, agenti della Polizia Città di Lugano hanno dovuto intervenire poco dopo la ...
19.09.2021
Ticino

Rissa tra Semine e Locarno, incontro sospeso

 Il big match di Terza Lega tra Semine e Locarno finisce...in rissa. Una violenta lite sfociata in una maxi rissa si è registrata nel secondo tempo tra il ...
19.09.2021
Ticino