Svizzera, 23 settembre 2019

Evaso dal carcere a Zugo, lo ritrovano in Brasile otto anni dopo

Un detenuto fuggito nel 2010 dalla prigione di Zugo è stato ritrovato in Brasile ed estradato in Svizzera. Il pubblico ministero di Lucerna lo sospetta di traffico di droga su larga scala e riciclaggio di denaro.

L'uomo è un kosovaro di 38 anni che stava scontando una pena detentiva di tre anni e mezzo per aggressione, messa in pericolo di vite altrui e minacce.

Era riuscito a evadere dal carcere nascondendosi in un cassonetto della spazzatura.
Dopo la sua fuga, l'uomo è fuggito in Brasile dove è entrato con un nome falso e con documenti falsi, ha affermato lunedì il Ministero pubblico di Lucerna. Un mandato di arresto internazionale era stato emesso nei suoi confronti. Nel 2018, gli inquirenti avevano poi finalmente rintracciato in Brasile. La polizia brasiliana lo ha arrestato a casa sua e in seguito è stato estradato in Svizzera questo settembre.

Il pubblico ministero di Lucerna sospetta che il kosovaro abbia importato grandi quantità di eroina in Svizzera tra la primavera del 2004 e il dicembre 2007. L'inchiesta è ancora in corso. È anche sospettato di riciclaggio di denaro e possesso illegale di armi.

Guarda anche 

Una Svizzera giovane, grintosa e… vincente! Funziona la formula di Fischer

KREFELD (Germania) – Dopo i buoni risultati ottenuti negli scorsi anni ai Mondiali, e con il prossimo appuntamento iridato casalingo che si avvicina, la Svizzera st...
11.11.2019
Sport

L'aiuto ai clandestini continuerà ad essere un reato

Le persone che aiutano i migranti ad entrare illegalmente nel Paese saranno comunque punite. La commissione competente del Consiglio nazionale ha respinto con 15 voti fav...
09.11.2019
Svizzera

Abusava della figliastra minorenne e si filmava: espulso verso il Congo

Per oltre quattro anni ha abusato sessualmente della figliastra minorenne. Ha più volte fotografato e filmato i suoi abusi. Ha persino fatto abusare la vittima da ...
09.11.2019
Svizzera

Non può essere espulso perchè si è convertito al cristianesimo, la Corte europea sconfessa la Svizzera

Un richiedente l'asilo afghano non potrà essere rimpatriato perchè convertito al Cristianesimo. È quanto deciso dalla Corte europea dei diritti d...
06.11.2019
Svizzera