Sport, 23 settembre 2019

Maric ripensa al Lucerna: “Il pari ci va stretto”

Il difensore del Lugano ha analizzato l’1-1 centrato dai bianconeri ieri

LUGANO – Un punto conquistato. Potevano essere 3, ma anche 0, vista la grande parata di Baumann nel finale della partita disputata ieri dal Lugano contro il Lucerna. Dopo 4 sconfitte consecutive in campionato, è quindi arrivato un punticino che comunque muove la classifica, ma che deve anche far riflettere i bianconeri, apparsi davvero troppo brutti nel primo tempo di Cornaredo. “In realtà avevamo iniziato molto bene, trovando la rete – ha spiegato Mijat Maric – Poi abbiamo subìto il gol su un rimpallo che ha cambiato un po’ le cose, ma nel secondo tempo li abbiamo messi in difficoltà, abbiamo creato molto e quindi penso che il punto ci vada stretto”.

Nel primo tempo però avete sofferto davvero troppo…
Abbiamo lasciato loro il possesso palla, non riuscivamo più ad uscire e quando lo facevamo non tenevamo una palla nella loro metà campo. Incontravamo difficoltà anche ad allargarci sul campo e così per loro era tutto molto semplice. In questo senso il punto ottenuto va bene.

Eppure nel secondo tempo, fin dai primi minuti, sembravate completamente diversi. La testa non c’era quindi…
Ci siamo dati una svegliata nello spogliatoio, sapevamo che ognuno di noi doveva fare qualcosa in più. Una corsa, uno scatto, un passo, senza farci così aggredire.

Ci si poteva aspettare un calo nel secondo tempo, invece è avvenuto esattamente il contrario…
Quel gol subìto ci ha bloccati, non ci sono scuse e non si possono negare le cose evidenti. Poi ci siamo complicati la vita da soli, tanto è vero che quando abbiamo risolto questo problema mentale abbiamo creato tanto e ci è mancato solo il gol.

Non vincete dalla prima giornata: sta diventando un fattore anche per voi questa vittoria che non arriva?
Inutile girarci intorno: ovviamente non aiuta. Non siamo in fiducia, non è evidente uscire da un periodo così lungo, anche perché anche chi i gol li deve fare sente la pressione. Ma questa vittoria arriverà.

Guarda anche 

Il calcio e l’FC Lugano piangono Pietro Anastasi

TORINO (Italia) - La notizia è giunta in una tranquilla serata e ha lasciato gli appassionati di calci e i tifosi del mondo del pallone che fu con l’amaro in...
18.01.2020
Sport

Novoselskiy non è contento: un passo indietro per il Lugano

LUGANO – Quest’estate poteva diventare il nuovo proprietario dell’FC Lugano, sette mesi dopo Leonid Novoselskiy non solo non è il presidente del ...
17.01.2020
Sport

GALLERY – Vittoria e festa con 15 "influencer“ italiane: il Manchester City si è dato alla pazza gioia

MANCHESTER (Gbr) – Non sarebbe certo una primizia, non sarebbe certo una cosa mai accaduta, ma resta il fatto che se fosse vera potrebbe sollevare un polverone. Sti...
16.01.2020
Sport

Effetto McIntyre: il Lugano ha ritrovato (forse) sé stesso e le reti di Klasen

LUGANO – Prima del 13 dicembre c’era un Lugano che faticava tremendamente non solo a centrare punti, ma anche a poter contare sulle reti dei suoi stranieri. D...
16.01.2020
Sport