Mondo, 05 settembre 2019

Migrante autore dell'omicidio che scatenò le proteste di Chemnitz condannato a 9 anni e mezzo di carcere

La morte del giovane Daniel Hillig (nella foto a sinistra) per mano di due migranti a Chemnitz, nella Germania orientale, aveva suscitato una viva commozione nel paese e avevano scatenato settimane di proteste nella cittadina tedesca.

Uno dei due probabili autori dell'aggressione, Alaa Sheikhi, era stato catturato poco dopo i fatti. Sheikhi, 24 anni, richiedente asilo siriano, è ora stato condannata a nove anni e mezzo di carcere per l'omicidio di Hillig.

Si pensa che il richiedente asilo siriano di 24 anni sia stato aiutato da un iracheno, noto come Farhad A., che è stato accusato di omicidio colposo e gravi danni fisici. Nonostante le ricerche e mandato di ricerca internazionale, finora la polizia non è stata in grado di localizzarlo e l'uomo si trova, probabilmente, ancora a piede libero.

Durante il processo, l'accusa ha chiesto una pena detentiva di undici anni, affermando che l'omicidio aveva comportato un "alto grado di brutalità" e che la vittima non aveva avuto la possibilità di difendersi o di fuggire.

Gli avvocati della difesa, d'altro canto, hanno chiesto che le accuse venissero ritirate citando la mancanza di prove. Hanno anche sostenuto che il tribunale non dovrebbe prendere una decisione in base al clima politico.

In una dichiarazione rilasciata da Sheikhi alla corte poco prima che fosse reso pubblico il verdetto, ha dichiarato: "Spero di non essere la seconda vittima del vero autore".

Immediatamente, dopo che il verdetto fu letto in tribunale, gli avvocati di Sheikhi hanno fatto sapere che avrebbero fatto appello contro la decisione.

Guarda anche 

Un Consigliere nazionale è indagato dalla Turchia per sostegno al terrorismo

La Turchia ha aperto un’inchiesta penale nei confronti del consigliere nazionale basilese Mustafa Atici (PS, al centro nella foto), secondo quanto riferisce il gior...
14.02.2020
Svizzera

Germania, l'erede di Angela Merkel lascia dopo il “caso Turingia”

La succesore designata di Angela Merkel, Annegret Kramp-Karrenbauer (conosciuta anche con l'acronimo Akk, accanto a Merkel nella foto ), ha deciso di non candidarsi a...
10.02.2020
Mondo

La 15enne Sandra e suo padre aggrediti e minacciati da tre richiedenti l'asilo, “mi hanno puntato una pistola alla tempia”

Con un articolo pubblicato questo fine settimana il Blick è tornato sulla vicenda dell'aggressione di tre richiedenti l'asilo ai danni di una 15enne e di s...
10.02.2020
Svizzera

Il marito l’ha picchiata, quindi non può essere espulsa

Il Tribunale federale ha annullato la decisione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) di espellere una cittadina algerina. Visto che è stata picchiata d...
09.02.2020
Svizzera