Sport, 20 agosto 2019

Svolta epocale negli stadi: vietati anche i “vaffa” da parte delle curve

La decisione è stata presa in Francia seguendo il nuovo protocollo imposto dal piano di lotta alle discriminazioni: vietati anche cori e striscioni omofobici

PARIGI (Francia) – Chi all’interno di uno stadio di calcio non ha mai sentito le curve insultare i tifosi avversari e le squadre rivali con il classico “vaffa”? Ecco, dimenticatevelo. In Francia, infatti, anche quelli sono vietati.

In terra transalpina, infatti, è scattata la fase di tolleranza zero nei confronti non solo dell’omofobia ma anche dei cori pieni di insulti scanditi dalle curve.

Sabato l’arbitro della sfida Nancy-Le Havre ha sospeso la partita per qualche minuto per dei cori a sfondo omofobico degli ultrà locali. Una decisione che segue il nuovo protocollo imposto dal piano di lotta alle discriminazioni voluto da Lega, Federazione e Ministero dello Sport.

Ma anche il classico coro contro il PSG urlato dai tifosi del Rennes è finito nel rapporto del delegato di gara: l’arbitro non ha fermato la partita per i “vaffa”, ma tali frasi andranno lo stesso al vaglio della commissione disciplinare che può comminare multe o chiudere le curve colpevoli.

Insomma, una svolta epocale.

Guarda anche 

“Con i soldi di Balotelli, mi compro due Ferrari. La ragazza è un’attrice nata”

VICENZA (Italia) – Ogni giorno un nuovo capitolo: la vicenda del ricatto a sfondo sexy che riguarda Mario Balotelli si fa sempre più intricata e assume i con...
21.02.2020
Sport

38enne italiano col Coronavirus: sabato l’ultima partita. Avversari in isolamento

CODOGNO (Italia) – La notizia delle ultime ore è la conferma di alcuni casi di Coronavirus in Italia. Il primo è un 38enne di Codogno che ha attaccato...
21.02.2020
Sport

Escort in cambio di informazioni segrete: è caos nel calcio

ROMA (Italia) – Informazioni delicate e segrete in cambio di una escort: è quanto avvenuto nella vicina Italia. La cosa sconcertante è che il protagon...
21.02.2020
Sport

Tra ricatto e denuncia sessuale: per Balotelli non c’è mai pace

BRESCIA (Italia) – Si chiude una vicenda giudiziaria per Mario Balotelli, quella che gli avrebbe tolto la patente in Ticino, se ne aprono addirittura due legate al ...
20.02.2020
Sport