Sport, 25 luglio 2019

Dadashev non ce l’ha fatta: morto a 28 per emorragia cerebrale!

Il pugile nel weekend era stato ricoverato dopo aver perso un incontro di box contro il portoricano Matias: non si è più ripreso perdendo la vita

OXON HILL (USA) – La triste notizie è giunta, nonostante la speranza che tutto si potesse risolvere positivamente:il 28enne pugile russo Maxim Dadashev è morto all’età di 28 anni in seguito alle ferite riportate venerdì durante l’incontro con Subriel Matias in occasione della sfida valida per i superleggeri Ibf.

Il combattimento, come già raccontato, era stato speso all’undicesima ripresa dal suo allenatore, Buddy McGirt che aveva “gettato la spugna”. Dadashev in seguito
era stato ricoverato con un’emorragia cerebrale e sottoposto a un intervento d’urgenza ma non si è mai ripreso.

Dadashev era giunto all’incontro forte di 13 vittorie in altrettanti incontri, così come il suo avversario: la prima sconfitta, che dall’altro canto ha permesso a Matias di conquistare l’accesso alla sfida mondiale Ibf contro Josh Taylor, gli è risultata fatale.

Era considerato un astro nascente, ma la sua vita si è spezzata sul ring di Oxon Hill.

Guarda anche 

Tenta un furto, si dà alla fuga e resta incastrato: muore per asfissia

PERUGIA (Italia) – Un 34enne di origine tunisina è morto in un negozio di alimentari che aveva tentato di derubare. L’uomo, senza fissa dimora e con pr...
03.05.2024
Magazine

Morte del calciatore 26enne: si indaga per omicidio colposo

FIRENZE (Italia) – La morte del 26enne calciatore Mattia Giani è finita sui banchi della Procura di Firenze che ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di...
18.04.2024
Sport

Colpito da un malore in campo: muore a 26 anni

FIRENZE (Italia) – Quello appena concluso si è rivelato un weekend calcistico tragico nella vicina Italia. Se in Serie A il match Udinese-Roma è stato...
16.04.2024
Sport

Tentano di rubargli l’auto e poi lo freddano: muore il 24enne difensore Luke Fleurs

JOHANNESBURG (Sudafrica) – Quel sogno di ripercorrere la carriera del suo idolo, Charles Puyol, resterà solo un sogno spezzato in una stazione di servizio al...
05.04.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto