Mondo, 10 luglio 2019

Un festival musicale voleva rendere l'entrata più cara per i bianchi (ma ha poi dovuto lasciar perdere)

Un festival musicale in programma a inizio agosto a Detroit, nel nord degli Stati Uniti, voleva far pagare biglietti più costosi per i bianchi rispetto ai neri per "equità", ma dopo che la decisione è stata resa pubblica, le polemiche sorte hanno obbligato gli organizzatori a fare marcia indietro.

L'AfroFuture Fest proponeva i suoi biglietti per 20 dollari per "gente di colore" ("people of color" o POC, come si può vedere nell'immagine presente sul sito fino a qualche giorno fa) e 40 per gli altri (i non-POC).



Questa differenza di prezzo avrebbe dovuto "fornire alle comunità più emarginate (ossia le persone di colore) una buona opportunità di partecipare a eventi nella propria comunità", hanno spiegato gli organizzatori nella sezione del sito delle "domande frequenti".

"A Detroit e in altre città dove vivono molte persone di colore, le persone che vengono da fuori ottengono costantemente un vantaggio dai biglietti economici a causa delle loro possibilità finanziarie", hanno aggiunto.

"I prezzi dei biglietti non sono fatti per tenere fuori i bianchi dal festival", ha detto il co-organizzatore Francesca Lamarre al quotidiano locale "Detroit Metro Times". La decisione di differenzazione dei prezzi per razza ha rapidamente fatto il giro del Web, messaggi di condanna e, più raramente, supporto.

Uno dei cantanti ospiti, il rapper di Detroit Tiny Jag, ha annunciato su Twitter il suo rifiuto di partecipare, dicendo che la politica dei due prezzi "non riflette le sue opinioni".



Uno specialista in questioni di discriminazione ha anche dichiarato al New York Times che la differenzazione di prezzo potrebbe violare il 14 ° emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che protegge l'uguaglianza razziale.

"Molti bianchi ci hanno detto che non vedevano alcun problema a pagare di più", ha detto l'altro co-organizzatore Adrienne Ayers al quotidiano.
Tuttavia, lo stesso Ayers ha annunciato domenica notte su Twitter l'abbandono dei due prezzi a seguito di "minacce da parte di suprematisti bianchi" e "commenti razzisti".

Al posto di essere obbligati a pagare di più, gli spettatori bianchi potranno fare una "donazione" quando acquistano il loro biglietto "come riconoscimento dell'ingiustizia storica" ​​di cui sarebbe vittima la comunità afro-americana.

Guarda anche 

Espulso dopo aver ricevuto 200'000 franchi dall'assistenza e con molteplici condanne, "non si è integrato"

Il tribunale amministrativo di Berna ha confermato l'espulsione di un camerunese, residente in Svizzera da 10 anni. I giudici confermano così la decisione dell...
04.08.2019
Svizzera

"Un esempio di integrazione", il passato in Svizzera dell'uomo che ha spinto una madre e suo figlio sui binari

Ha un passato in Svizzera il cittadino eritreo che lunedì scorso spinse sui binari una madre e suo figlio di 8 anni, uccidendo quest'ultimo rimasto travolto da...
31.07.2019
Svizzera

Spinge la madre e suo figlio di otto anni sui binari, lei si salva ma il bimbo viene travolto

Un bambino di otto anni è stato travolto e ucciso da un treno ad alta velocità alla stazione centrale di Francoforte dopo esser stato spinto. Non è a...
29.07.2019
Mondo

Rissa alla stazione centrale di Milano, diversi poliziotti feriti

Nella serata di venerdì 26 luglio, davanti alla Stazione Centrale di Milano c'è stata una violenta colluttazione. Allertate le forze dell'...
28.07.2019
Mondo