Svizzera, 26 giugno 2019

L'UDC attacca la sinistra, "abusate dell'ecologia solo perchè va di moda"

Quando mancano meno di quattro mesi alle elezioni federali, l'UDC passa all'offensiva attaccando la sinistra, accusando socialisti e Verdi di abusare dei temi ecologici "perchè è una moda". Per il presidente del partito Albert Rösti quella che porta avanti la sinistra è una "eco-truffa".

Secondo i calcoli dei democentristi, presentati in un documento strategico per le elezioni, il costo delle misure raccomandate dal PS e dai Verdi comporterebbe un onere per una famiglia media di oltre 20'000 franchi all'anno. Il partito sostiene le sue affermazioni basate sui documenti strategici e le proposte di socialisti ed ecologi negli ultimi anni.

Si va dall'aumento dei prezzi dei carburanti alla tassa sull'elettricità nucleare, da una tassa sulle emissioni di CO2 ad alloggi ad alta efficienza energetica, dalla tassa sui biglietti aerei alle verdure biologiche. La sinistra usa e abusa i temi ecologici perché è di moda, osserva Albert Rösti. Questa è una "truffa eco-socialista", ha denunciato.

Più in generale, secondo l'UDC la politica della sinistra porta a un aumento generale delle tasse federali, cantonali e comunali, all'eliminazione della concorrenza fiscale tra i cantoni e ad un adeguamento del livello fiscale svizzero a quello dell'UE.

PS e Verdi penalizzano famiglie, impiegati, risparmiatori e proprietari di immobili, ha aggiunto Thomas Aeschi, capogruppo del partito in Consiglio nazionale. Si oppongono all'aumento dell'IVA ma sostengono tutti gli aumenti che hanno avuto luogo negli ultimi anni. La politica sinistra "è chiaramente diretta contro la classe media", secondo Aeschi.

Invece di assumere le proprie responsabilità individuali, sempre più persone preferiscono cercare aiuto di stato, ha invece sostenuto il vicepresidente Michael Buffat. Per alcuni, l'assistenza sociale è diventata una ricompensa fissa. La sinistra favorisce questa mentalità, ha osservato.

Questa politica minaccia anche i posti di lavoro. Attualmente, la situazione in Svizzera è positiva, ma le cose possono cambiare rapidamente, ha detto Albert Rösti. In termini di ambiente, per Rösti la Svizzera deve concentrarsi sull'innovazione piuttosto che sulle tasse. L'azione contro il cambiamento climatico sarà possibile solo se sarà concertata e globale, secondo lui.

Guarda anche 

"Caro Siccardi, fossimo razzisti non avremmo accolto te e la tua azienda"

Hanno decisamente fatto discutere le affermazioni dell'imprenditore Alberto Siccardi all'emittente italiana Rai2, affermazioni in cui Siccardi sosteneneva che gli...
18.06.2019
Ticino

"Lo sciopero delle donne è per donne ideologizzate e privilegiate"

Il 14 giugno si terrano diverse manifestazioni in occasione di uno "sciopero delle donne", dei membri dell'UDC parteciperanno a un pasto in sostegno dell...
08.06.2019
Svizzera

Danimarca, quando la sinistra fa retromarcia sull'immigrazione e vince le elezioni

La Danimarca, in ambito politologico, è da tempo sinonimo di “modello scandinavo”. Quello assicurato ai punti di vista di chi ritiene che non poss...
07.06.2019
Mondo

San Francisco, città-simbolo del fallimento della sinistra americana

La California, nell'immaginario collettivo, è un posto idiallico, dove una natura incantevole si fonde con le dinamiche "cities" (Los Angeles e San F...
03.06.2019
Mondo