Mondo, 18 giugno 2019

Condivise sui social il video delle stragi, condannato a 21 mesi di carcere

21 mesi di prigione. È questa la pena che deve scontare un 44enne neozelandese che condivise sui social il video delle stragi nelle moschee di Christchurc il 15 marzo scorso in cui persero la vita 51 persone.

Philip Arps, questo il nome, si è dichiarato colpevole di “aver distribuito contenuti riprovevoli”. Il giudice Stephen O’Driscoll ha affermato che “condividere quei video, quando ancora le famiglie stavano aspettando notizie dei loro cari, è stato particolarmente crudele”.

Guarda anche 

Manifestazioni e scontri in Catalonia contro il governo spagnolo, "l'Europa ci deve sentire" (VIDEO)

Cassonetti della spazzatura in fiamme, cariche di polizia: il centro di Barcellona ha vissuto scene di guerriglia urbana martedì sera nel secondo giorno di manifes...
16.10.2019
Mondo

Settimana decisiva per la Brexit, Regno Unito finalmente fuori dall'UE?

Questa settimana si potrebbe concludere un accordo per un divorzio amichevole tra l'UE e il Regno Unito, ha dichiarato lunedì il vice primo ministro irlandese ...
14.10.2019
Mondo

Ucciso in carcere il pedofilo condannato a 22 ergastoli

E' stato ucciso a coltellate in un carcere britannico dello Yorkshire il pedofilo seriale Richard Huckle, 33 anni, uno dei più spietati della storia del Regno ...
14.10.2019
Mondo

La destra anti-UE stravince le elezioni in Polonia

Il partito Diritto e Giustizia (PiS) avrebbe ampiamente vinto le elezioni legislative polacche e continuerà quindi a guidare il paese per i prossimi quattro anni. ...
14.10.2019
Mondo