Mondo, 18 giugno 2019

Condivise sui social il video delle stragi, condannato a 21 mesi di carcere

21 mesi di prigione. È questa la pena che deve scontare un 44enne neozelandese che condivise sui social il video delle stragi nelle moschee di Christchurc il 15 marzo scorso in cui persero la vita 51 persone.

Philip Arps, questo il nome, si è dichiarato colpevole di “aver distribuito contenuti riprovevoli”. Il giudice Stephen O’Driscoll ha affermato che “condividere quei video, quando ancora le famiglie stavano aspettando notizie dei loro cari, è stato particolarmente crudele”.

Guarda anche 

Ursula von der Leyen eletta presidente della commissione UE (per un soffio), "riformeremo Dublino"

Ursula von der Leyen è stata eletta presidente della commissione UE e succederà quindi a Jean Claude Juncker. Ci si aspettava una votazione di misura e cos&...
17.07.2019
Mondo

Prendono un percorso sbagliato e rischiano di morire. Salvati solo grazie al giubbotto di salvataggio (VIDEO)

Poteva costare davvero cara una bravata di sei persone sul fiume Middle Youghiogheny (Stati Uniti). Ignorando completamente i divieti, i sei sono hanno preso un percor...
16.07.2019
Mondo

Uccisi dai vicini perchè lottavano contro l'epidemia di Ebola

Due congolosi arruolati in una campagna di prevenzione dell'Ebola sono stati uccisi nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo sabato notte, ha rife...
15.07.2019
Mondo

Il momento della verità per Ursula von der Leyen

Per succedere al lussemburghese Jean-Claude Juncker, Ursula von der Leyen, vicino alla cancelliera tedesca Angela Merkel, dovrà ottenere la maggioranza assoluta ne...
15.07.2019
Mondo