Svizzera, 31 maggio 2019

Tre morti in una presa d'ostaggi a Zurigo

Due donne e un uomo sono rimaste uccise in una presa d'ostaggi a Zurigo venerdì mattina. La tragedia si è verificata nel distretto di Friesenberg. Una delle due donne prese in ostaggio ha chiamato la polizia per chiedere aiuto poco dopo le 5 del mattino, riferisce la polizia municipale zurighese. Allo stesso tempo, un abitante del edificio accanto ha avvertito la polizia dopo aver sentito grida e richieste di aiuto.

Le prime forze di intervento della polizia municipale sono giunte sul posto poco prima delle 5:30. Immediatamente, il sequestratore - uno svizzero di 60 anni - si è rivolto ai poliziotti dalla finestra. Ha detto loro che aveva preso due donne in ostaggio e ha minacciato di ucciderle se la polizia non si fosse ritirata immediatamente.

Successivamente, i rinforzi della polizia - comunali e cantonali - sono arrivati ​​sulla scena, compresa l'unità speciale di intervento "Scorpione" e un gruppo di negoziatori della polizia. Il quartiere è stato chiuso. I negoziati sono stati avviati e mantenuti con il sequestratore, ha detto a Keystone-ATS un portavoce della polizia municipale.

Durante i negoziati, il sequestratore ha annunciato la sua disponibilità a arrendersi alle 08:30, ha detto il portavoce. Durante l'ultimo contatto, l'uomo ha affermato si sarebbe arreso e che sarebbe uscito dieci minuti dopo. Invece, poco dopo, sono stati sparati diversi colpi nell'appartamento. L'unità speciale d'intervento è allora immediatamente entrata in azione.

La polizia ha trovato sul posto tre persone gravemente ferite nell'appartamento. Sono decedute tutti e tre, nonostante i tentativi di rianimazione. I dettagli sulle circostanze che hanno portato alla presa d'ostaggi non sono ancora resi noti.

Guarda anche 

A Zurigo la nazionalità dei criminali dovrà essere comunicata (ma non l'origine)

Il parlamento del canton Zurigo ha approvato lunedì il controprogetto del governo a un'iniziativa dell'UDC che chiede che venga comunicata la nazionalit&ag...
13.01.2020
Svizzera

Zurigo verso il diritto di voto agli stranieri, "naturalizzazione processo troppo lento"

Il parlamento del canton Zurigo ha approvato lunedì un'iniziativa del esecutivo della città di Zurigo che chiedeva l'introduzione del diritto di vot...
07.01.2020
Svizzera

Tra cuore, testa e malasorte: il Lugano resta convalescente

LUGANO – “Ci avete fatto arrabbiare”. Questo il senso, reso meno volgare, dello striscione apparso ieri sera in Curva Nord prima, durante e dopo il succ...
08.12.2019
Sport

Attivisti di sinistra attaccano Mörgeli e Köppel lanciandogli delle bibite

Attivisti di sinistra, membri della "Revolutionäre Jugend Zürich" ("gioventù rivoluzionaria") hanno attaccato il Consigliere nazional...
02.12.2019
Svizzera