Mondo, 23 maggio 2019

Suora decapitata e mutilata in Centrafrica. “Uccisa per un rito tribale”

Una suora appartente a una piccola comunità religiosa attiva in Africa è stata trovata morta decapitata lunedì mattina, nel villaggio di Nola, vicino a Berberati, nella Repubblica Centrafricana.

Suora Ines Nieves Sancho, questo il nome della donna, religiosa di 77 anni, insegnava alle ragazze del luogo a cucire e a provare a farsi una vita migliore. Il suo corpo è stato orrendamente mutilato. Lo riferisce l’Osservatore Romano. Il motivo dell'atto di violenza non è conosciuto e nessuno ha rivendicato l’azione. 

Secondo una prima ricostruzione sembra che, nella notte fra domenica e lunedì, alcuni sconosciuti si siano introdotti nella stanza della religiosa, prelevandola e conducendola proprio nei locali dove teneva le sue lezioni di cucito dove l’hanno decapitata e poi mutilato il corpo.

Fra le ipotesi dell'omicidio c’è anche quella del rito tribale, pratica comune del commercio
di organi umani. Spesso questo tipo di azione viene considerata propiziatoria di fortune, in primo luogo di una buona riuscita nella ricerca dei diamanti. Accade anche che siano gli stessi genitori a uccidere qualche figlio o a indugiare in comportamenti contro natura per propiziarsi la fortuna anelata.

Al Vescovo di Bangassou, Mons. Aguirre, l’Agenzia Fides ha chiesto ulteriori particolari, in particolare se ritiene credibile l'ipotesi che gli assassini dopo aver decapitato la religiosa, abbiano prelevato parti del corpo da utilizzare in riti propiziatori. “Ci dicono che nelle zone della Repubblica Centrafricana al confine col Camerun, vi sono camerunesi che praticano gli omicidi rituali per estrarre organi da usare in riti propiziatori per avere fortuna nella ricerca dei diamanti, una delle ricchezze dell’area” ha spiegato Monsignor Aguirre precisando che nella sua Diocesi, a mille chilometri dall’accaduto, “questo non avviene”.

Guarda anche 

Una corsa da Cantello a Stabio: gli spari, la morte, il suicidio. Una mezz’ora di gelosia e di follia

STABIO – Iniziano a delinearsi sempre di più gli elementi di quanto avvenuto ieri sera dalle 18:30 in poi tra Cantello e Stabio, dove un 51enne ha prima ucci...
26.07.2022
Ticino

Si masturba davanti a una donna nella spiaggia nudisti: 46enne ucciso a colpi di fucile

VAULX-EN-VELIN (Francia) – Un uomo di 46 anni che si stava masturbando davanti a una donna in una spiaggia per nudisti è stato ucciso a colpi di fucile. Il f...
26.07.2022
Magazine

Quattro anni di carcere e espulsione per aver tentato di uccidere una donna conosciuta su Internet

Il Tribunale distrettuale dell'Alto Vallese ha condannato un medico tedesco per avere quasi ucciso una donna conosciuta tramite la popolare app di incontri Tinder....
12.07.2022
Svizzera

"Non ucciderei mai una donna che mi paga 300'000 franchi per delle relazioni sessuali"

La Corte Suprema del canton Zurigo ha condannato un cittadino italiano di 78 anni a 13 anni di carcere per un omicidio avvenuto nel 1997. Il tribunale ha quindi confermat...
12.05.2022
Svizzera