Sport, 20 maggio 2019

Una Russia marziana, la Svizzera deve restare ancorata a terra

Impressionante la lezione di hockey rifilata dalla Red Machine alla nostra Nazionale che ci ha comunque provato

BRATISLAVA (Slovacchia) – Un famoso luogo comune dell’hockey recita che la Russia è capace del meglio come del peggio, dipende da come la Red Machine si sveglia la mattina. Ecco, evidentemente la sveglia ieri – così come in tutta la prima parte del Mondiale – deve essere suonata in maniera precisa e puntuale, visto quanto mostrato ieri sul ghiaccio di Bratislava da Ovechkin e compagni. Il 3-0 rifilato alla truppa di Fischer fotografa appieno la differenza di forza e di qualità tra le due nazionali.

Questa Russia sembra essere giunta a Bratislava direttamente da un altro pianeta (gioca come nessuna, tutti sembrano avere la calamita sul bastone e giocano con sapienza e visione tattica da far paura), la Svizzera, seppur volenterosa e grintosa, è invece un’ottima squadra della Terra. E proprio ancorata a terra deve
restare la nostra Nazionale nonostante il KO di ieri sera: testa, grinta e tanta volontà, il solito bel gioco propositivo e offensivo, devono continuare a essere il mantra di questo vero gruppo che giorno dopo giorno ha trovato alcuni equilibri e un feeling da fare invidia.

Combattere e lottare alla pari con questa Russia è quasi impossibile, ma non è detto che con un po’ di fortuna, sperando anche in una giornata storta degli ex sovietici, non sia possibile batterli nel prosieguo di questo Mondiale. In ogni caso, oggi giungerà a Bratislava Niederreiter che verrà presto inserito da Fischer nel suo scacchiere tattico, ma il primo pensiero deve essere rivolto alla sfida di domani alla Cechia: ottenere una vittoria potrebbe significare molto, non solo per l’umore, ma anche per la classifica e per l’accoppiamento del quarto di finale.

Guarda anche 

Ciao Svizzera: Shaqiri saluta la Nazionale

LUGANO – La notizia non giunge del tutto inaspettata, ma ora è diventata ufficiale: dopo 14 anni, Xherdan Shaqiri non vestirà più la maglia del...
15.07.2024
Sport

La Coppa, Hurst, la Regina e una finale contestatissima

LUGANO - Il Mondiale del 1966 non è stato solo uno dei più irregolari della storia ma rappresenta anche l’ultimo momento di vera gloria del calci...
14.07.2024
Sport

Bologna, terra rossocrociata: “Città ideale per crescere”

BOLOGNA (Italia) - Alessandro Gallo scrive dal 1987 per il Resto del Carlino di Bologna, uno dei principali quotidiani dell’ Emilia Romagna. Bolognese, è...
08.07.2024
Sport

Un sogno che si infrange ai rigori, ma la Svizzera è da applausi

DÜSSELDORF (Germania) – Ci avevamo creduto, avevamo sognato, avevamo visto Dortmund a portata di mano, ma il nostro bellissimo sogno è svanito ieri sera...
07.07.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto