Sport, 16 maggio 2019

Granitica dietro, cinica e cattiva davanti: è una Svizzera che incanta

Quattro partite, quattro vittorie, 12 punti, 20 gol fatti e 2 subiti: la Nazionale macina gioco e difende in maniera sempre più convincente

BRATISLAVA (Slovacchia) – Un quarto di finale già conquistato con largo anticipo, un atteggiamento sul ghiaccio da grande squadra che domina e impone il suo gioco, una difesa che chiude praticamente ogni varco e un attacco che incanta. È vero, la Svizzera non ha ancora incrociato le big del suo girone, ovvero Svezia, Cechia e Russia, ma resta il fatto che la squadra di Fischer sta mostrando una maturità già palesata l’anno scorso a Copenaghen, una quadratura difensiva da far invidia e un senso tattico da squadra esperta.

I dati e le statistiche non dicono tutto, ma spesso ci “azzeccano”. 12 punti conquistati, 2 reti incassate – entrambe da Genoni – in 240’ (miglior difesa fin qui del torneo), 20 gol realizzati, potendo contare sui 7 punti di Hirschier, sui 6 di Fiala e Praplan e sulle 3 reti in 4 partite di Gregory Hofmann. Davvero niente male per una Nazionale che in passato ci aveva abituato a stentare contro le piccole. Certo il 9-0 contro l’Italia sposta gli equilibri, ma 9 reti vanno comunque fatte…

Ora si avvicina la fase calda e il weekend in arrivo, con le sfide contro la Svezia e la temibilissima Russia, potrebbero darci una chiara indicazione le aspettative e delle prospettive future di una squadra che, piena di giovani rampanti, fin qui ha incantato, mettendo in mostra doti da gruppo scafato ed esperto… insomma, i progressi tanto decantati tre anni fa, sembrano davvero essere arrivati.

Guarda anche 

“Triste di lasciare Lugano. Un grazie ai tifosi e ai miei compagni, non vi dimenticherò”. Le ultime parole “svizzere” di Spooner

LUGANO – Due storie su Instagram per salutare tutti, per ufficializzare la sua partenza da Lugano e dalla Svizzera: Ryan Spooner ha usato i social per dire “a...
21.10.2019
Sport

Coppa malandrina: Lugano e Ambrì salutano con qualche mugugno (e cerotti)

DAVOS/BIENNE – Niente da fare, la Coppa Svizzera non arriverà in Ticino nemmeno quest’anno: Lugano e Ambrì, infatti, ieri hanno dovuto salutare ...
21.10.2019
Sport

Spooner, l’addio al Lugano arriva anche dai social

LUGANO – Mentre l’Hockey Club Lugano si appresta ad affrontare il Davos in Coppa Svizzera, la telenovela relativa a Ryan Spooner sembra ormai aver trovato la ...
20.10.2019
Sport

Riceve una multa (salata) per aver buttato la posta in un cestino pubblico

Una multa di 330 franchi per aver gettato la posta ricevuta, ossia qualche busta e dei giornali, in un cestino sul marciapiede davanti a casa. È la contravvenzione...
20.10.2019
Svizzera