Mondo, 25 aprile 2019

Si sveglia dal coma 27 anni dopo, "che sia da incoraggiamento per le famiglie che vivono casi simili"

Rimasta ferita in un incidente stradale nel 1991, una 60enne cittadina degli Emirati arabi si è svegliata 27 anni dopo nell'ospedale dov'era stata trasferita. Al momento si trova stato stabile.

Munira Omar aveva 32 anni quando è rimasta ferita in un incidente stradale nel 1991, dopo aver preso il figlio a scuola nella città di Al-Ain, nell'est degli Emirati arabi. Il figlio, Omar, sopravvissuto allo schianto ha così potuto vedere la madre svegliarsi quasi tre decenni più tardi in un ospedale in Germania, dove era stata trasferita. "Ho sempre pensato che la salute di mia madre potrebbe migliorare", ha detto Omar, 32 anni, in un'intervista telefonica con l'agenzia AFP.

"Molti medici ci hanno detto di non aspettarsi tanto dopo 15 o 20 anni in coma, ma non gli ho mai dato ascolto", ha aggiunto. "Tutto è nelle mani di Dio e non ho mai perso la speranza", ha detto.

Il suo risveglio è stato, tuttavia, facilitato considerevolmente dal duro lavoro del personale medico tedesco, con sessioni regolari di fisioterapia e farmaci contro l'epilessia.

Il suo medico, Friedemann Müller, da parte sua preferisce parlare di stadio intermedio di "risveglio dal coma". La paziente, poco prima del risveglio, era in uno "stato di coscienza minima", in cui lei potrebbe "guardare qualcosa di particolare brevemente o reagire nel vedere il volto di suo figlio", ha detto.

"In un 'coma sveglio', i pazienti possono aprire gli occhi, ma non in coma 'tradizionale'. Nessun paziente si risveglia dal coma dopo 27 anni", ha spiegato alla rivista tedesca Der Spiegel.

Parlando di un caso "molto insolito," Müller ritiene che sia una speranza per molte persone nella stessa situazione. "Consiglierei ai parenti di rimanere in contatto con i pazienti. Parlare con loro ancora e ancora, esporli a nuovi stimoli, mobilitare e osservarli da vicino", ha aggiunto.

"Tuttavia, non v'è alcuna garanzia di miglioramento, soprattutto per quanto riguarda i danni cerebrali causati dalla mancanza di ossigeno, che raramente migliorano", ha detto Müller.

Oggi 60enne, Mounira è in uno stato stabile ed è sottoposta a trattamento e fisioterapia negli Emirati Arabi Uniti. Si era svegliata in modo inspiegabile nel maggio 2018, ma la sua famiglia ha scelto di non rivelare subito l'informazione per rispetto della sua privacy.

"Volevamo vedere le sue condizioni stabilizzarsi prima di rendere nota la nostra esperienza e condividerla con gli altri nella stessa situazione”, ha spiegato il figlio Omar.

Guarda anche 

Condannati in 10 per lo stupro di gruppo di una ragazza in Germania

La giustizia tedesca ha condannato giovedì otto uomini, la maggior parte dei quali rifugiati, a diversi anni di prigione per lo stupro di gruppo di una giovane don...
24.07.2020
Mondo

A Francoforte una festa degenera in disordini e scontri con la polizia, "sui poliziotti una grandine di bottiglie"

Dopo i disordini che hanno interessato Stoccarda, questo finesettimana un'altra città tedesca, Fracoforte, è stata teatro di tafferugli e violenze quand...
20.07.2020
Mondo

Arrestato dopo cinque giorni il "rambo" tedesco che aveva disarmato quattro poliziotti

Cinque giorni di caccia all'uomo, centinaia di poliziotti mobilitati e una conclusione senza vittime: un uomo di 31 anni, armato e considerato molto pericoloso, &egra...
18.07.2020
Mondo

Coronavirus. Obiettivo riaprire gli stadi: in Germania pensano ai test seriologici gratis per i tifosi

BERLINO (Germania) – Se in Svizzera almeno una parte dei tifosi, per ora, è potuto tornare all’interno degli stadi, nei maggiori campionati europei que...
13.07.2020
Sport