Mondo, 25 aprile 2019

Avvelenato e abbandonato, un gatto sarà presente al processo dei suoi ex-padroni

Un gattino nero, abbandonato e avvenelato dai suoi padroni, sarà presente in tribunale il prossimo primo ottobre a Carpentras, in Francia. Lo ha annunciato mercoledì il suo avvocato.

Il caso risale alla fine di luglio 2018 e ha avuto diversi colpi di scena. Originariamente, il piccolo gattino nero era stato gettato in un bidone della spazzatura a Caderousse, vicino a Orange, nel sud della Francia.

Un abitante aveva scoperto il gatto moribondo di un vicino nel seminterrato della sua casa. In seguito aveva chiesto aiuto a una giovane coppia della sua famiglia per occuparsene. I due avevano invece avvolto il gattino in un panno e poi lo misero in un cassonetto della spazzatura. Ma un passante ha poi sentito il gatto miagolare e ha chiamato i vigili del fuoco, i quali estrassero il micio per poi portarlo dal veterinario. Veterinario che aveva constatato che il gatto era debole ed era stato avvenelato, ma riuscì a salvarlo. E oggi il gattino, nel frattempo battezzato "Mickey", se la passa bene.

Dal punto di vista legale, il caso era inizialmente un semplice "richiamo alla legge" contro la coppia che aveva messo il felino nel cassonetto. "Dopo le indagini della gendarmeria e la revisione di due magistrati, si è scoperto che non c'era una dimensione
intenzionale in questo caso", aveva deciso la giustizia di Carpentras, come riporta il portale francese "La Provence". I due giovani "pensavano che il gatto fosse morto. Si sono presi cura di lui avvolgendolo."

Questa conclusione è stata considerata inammissibile dall'avvocato marsigliese Isabelle Terrin, specializzata nella difesa degli animali. Secondo lei Mickey è la prova vivente che la crudeltà verso gli animali non è abbastanza sanzionata in Francia. "Questo caso richiede una repressione più severa, altrimenti è una vera e propria autorizzazione a chi vuole fare male agli animali", ha affermato la donna. Aveva quindi citato le tre persone incriminate per apparire. Audizione prevista per il 23 aprile.

Ma ieri l'udienza è stata rinviata al primo ottobre. "Il pubblico ministero ha detto che io strumentalizzo la giustizia. Nessuno mi ha mai parlato così in 28 anni della mia carriera ", dice l'avvocato . E promette: "Torneremo più forti! E Mickey sarà con noi! "


A seguire in ottobre, quindi. Ma qualunque sia il verdetto dei giudici, si può immaginare che potrebbero non apprezzare la "manovra" di presentarsi con un gatto in aula.

Guarda anche 

Macron ha perso la maggioranza dei seggi in Parlamento

La République en Marche (Lrem), il partito politico fondato dal presidente francese Emmanuel Macron nel 2016, ha perso la maggioranza assoluta dei s...
21.05.2020
Mondo

Presidente di un'associazione pro-migranti ucciso da un richiedente l'asilo che ospitava

La polizia francese ha arrestato un richiedente l'asilo afgano sospettato di aver ucciso il presidente di un'associazione che fornisce assistenza a migranti e ric...
15.05.2020
Mondo

Coronavirus, primo caso in Francia già a dicembre

“Avevo un forte dolore al petto, mi mancava l'aria e allora sono andato all'ospedale”. Comincia così la testimonianza di Amirouche Hammar, un 4...
06.05.2020
Mondo

Anche Francia, Italia e Spagna sulla via del deconfinamento

Diversi paesi europei cominciano a loro volta questa settimana ad allentare le restrizioni imposte per contrastare la diffusione del Coronavirus e seguono così il ...
04.05.2020
Mondo